Advertisement
COMUNI

Volla, ufficialmente ‘sospeso’ il Consiglio comunale. Nominato il Commissario prefettizio per la gestione temporanea dell’Ente

Commissario_NigrowebVolla. Il Consiglio comunale della cittadina annonaria, eletto a giugno dello scorso anno, è ufficialmente sospeso in attesa del decreto di scioglimento dello stesso a firma del Presidente della Repubblica. L’Amministrazione provvisoria del Municipio di via Aldo Moro è affidata, da questo momento in poi, al viceprefetto  Anna Nigro, vicecapo di gabinetto dell’Ufficio Territoriale di Governo di Napoli e Dirigente dell’Area III – Applicazione del sistema sanzionatorio amministrativo. E’ quanto è stato deciso dal Prefetto di Napoli, Carmela Pagano dopo la presa d’atto da parte dei vertici dell’Ufficio Territoriale di Governo della mancata approvazione del bilancio di previsione 2017 e dei relativi allegati, entro i termini previsti dalla legge, da parte dell’Ente locale che aveva portato questa mattina stessa alla nomina di un commissario ad acta nella persona della dottoressa Maria Rosaria Ingegno, che sostituirà il Parlamentino locale per l’approvazione del fondamentale documento di programmazione economico-finanziaria. Lo scorso 26 aprile, l’Amministrazione comunale presieduta dal sindaco Andrea Viscovo, aveva sottoposto gli schemi contabili (previsionale 2017 e triennale) all’approvazione dell’organo di governo locale che però lo aveva bocciato, con nove voti contrari a fronte degli otto favorevoli, determinando di fatto la conclusione anticipata della consiliatura iniziata meno di un anno fa: decisivo, in quell’occasione, era stato il pronunciamento sfavorevole di Gennaro De Simone, eletto nelle fila dei berlusconiani e successivamente migrato nella compagine di maggioranza. La crisi di governo, conclusasi con la sfiducia al primo cittadino sul bilancio, era tuttavia stata determinata, già qualche mese fa, dal posizionamento dei consiglieri comunali Ivan Aprea, Antonio Forte e Maria Rosaria Borrelli (Indipendenti per Volla) tra gli avversari politici della fascia tricolore: cambi di casacca che avevano fortemente compromesso la tenuta della maggioranza in Consiglio comunale e costretto l’ex fascia tricolore a chiedere aiuto al forzista De Simone che, dopo avergli lanciato un ‘salvagente’ passando dalla sua parte, lo aveva tradito in aula votando contro l’importante documento economico-finanziario. Il Commissario per la gestione provvisoria dell’Ente, nominato dalla Prefettura partenopea, si insedierà negli uffici del Palazzo di Città di via Aldo Moro già nelle prossime ore ed amministrerà la cittadina annonaria in attesa del decreto del Presidente della Repubblica, che sarà emanato entro i prossimi novanta giorni, con il quale il Capo di Stato disporrà lo scioglimento definitivo degli organi di governo locale ed affiderà il Comune nelle mani di un Commissario Straordinario che avrà i poteri di sindaco, giunta municipale e Consiglio comunale fino al giorno in cui i vollesi torneranno in cabina elettorale, tra più o meno un anno, per scegliere un nuova amministrazione locale.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.