Advertisement
COMUNI

Volla, bilancio entro un mese. Il funzionario prefettizio sostituirà il Consiglio comunale per l’approvazione del documento

INGEGNOVolla. La dottoressa Maria Rosaria Ingegno, nominata questa mattina ‘commissario ad acta’ dal Prefetto di Napoli Carmela Pagano, sostituirà il Consiglio Comunale della cittadina annonaria per l’approvazione del bilancio di previsione 2017 e pluriennale 2017/2019, entro trenta giorni dal suo insediamento nelle stanze del Muncipio di via Aldo Moro. Il funzionario, in servizio presso l’Ufficio Territoriale di Governo di Napoli, proprio nel settore economico-finanziario, è arrivata in Municipio già questa mattina dove si è ufficialmente insediata ed ha richiesto al funzionario responsabile tutti i documenti inerenti la situazione economica dell’Ente locale,  necessari per il prosieguo della pratica che porterà all’approvazione del bilancio entro un mese. A breve, la dottoressa Ingegno, fisserà una riunione con i funzionari locale per esaminare gli atti, passaggio propredeutico all’approvazione del documento di gestione e programmazione economica del Comune dell’hinterland vesuviano. Sebbene approvati dalla Giunta Municipale, presieduta dal sindaco Andrea Viscovo, gli schemi di bilancio previsionale e pluriennale non erano stati approvati dal Parlamentino locale nei termini previsti dalla legge (31 marzo 2017) ed il Comune di Volla era stato diffidato dalla Prefettura a provvedere alla ratifica degli stessi entro il termine massimo venti giorni ma il Consiglio comunale, riunitosi il 26 aprile scorso aveva bocciato (nove voto contrari contro otto favorevoli) la proposta di adozione del documento economico-finanziario sottoposto all’attenzione del consesso dall’Amministrazione comunale, eletta solo dieci mesi prima. A seguito della nota con la quale, il 2 maggio scorso, il Segretario Generale del Comune di Volla aveva comunicato al Prefetto la mancata approvazione del bilancio comunale e l’infruttuoso decorso dei termini di proroga concessi dall’Ufficio Territoriale di Governo, il Prefetto di Napoli ha decretato necessario attivare l’intervento sostitutivo e nominare un commissario ad acta per l’approvazione del bilancio del Palazzo di Città. Nei prossimi trenta giorni, il funzionario prefettizio delegato preparerà un nuovo documento economico-finanziario e con i poteri del Consiglio comunale, che le sono stati conferiti, doterà l’Ente locale dello strumento di programmazione contabile, indispensabile per il prosieguo dell’attività amministrativa locale. Sindaco ed Amministratori comunali, almeno per il momento, restano in carica in attesa di un eventuale avvio della procedura di sospensione e successivo scioglimento del Consiglio comunale. Il commissario ad acta, sia chiaro, sostituisce l’Assemblea cittadina solo per quel concerne l’approvazione del bilancio mentre gli organi di governo locale mantengono tutti i poteri per la restante parte della gestione dell’Ente.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.