Advertisement
COMUNI

Vigili urbani a tempo determinato e nonni-vigili, l’assessore Ilardo ‘rompe il silenzio’ poco prima del Commissariamento del Comune

Volla. Assunzioni a tempo determinato di caschi bianchi e ‘nonni-vigili’ all’esterno delle scuole della cittadina annonaria. Due provvedimenti, quelli che l’assessore Roberto Ilardo ha annunciato di aver già programmato quando manca ormai un tiro di schioppo alla nomina di un Commissario prefettizio che farà anche il suo lavoro e che dovrebbe arrivare a breve nelle stanze del Municipio di via Aldo Moro dopo la mancata approvazione del bilancio di previsione 2017 in Consiglio comunale. Entrambe le misure, se fossero state adottate prima, avrebbero dato una boccata d’ossigeno al Comando Polizia Municipale del paese dell’hinterland vesuviano, decisamente sottorganico e dove gli agenti in servizio sono più o meno un terzo di quelli che invece dovrebbero essere per legge:  il fatto che tutti gli atti propedeutici sianROBERTO ILARDOo già pronti farebbe però sperare che l’opera iniziata dagli amministratori uscenti possa essere portata a compimento dai funzionari governativi che verranno dopo di loro e che amministreranno Volla fino alle prossime elezioni, previste tra più o meno un anno. I caschi bianchi vollesi, agli ordini del colonnello Giuseppe Formisano, “nonostante le difficoltà e sotto numero, si sono prestati sempre con estremo impegno per il bene comune”, ha commentato Ilardo, ringraziandoli per la collaborazione offertagli negli ultimi dieci mesi, prima di esprimere tutto il proprio rammarico per “non aver potuto vedere realizzato il progetto per il potenziamento dell’organico dei vigili urbani, come quello dei nonni civici all’esterno delle scuole, per i quali ho lavorato tanto”. “Ogni atto necessario è già stato predisposto e, – ha aggiunto l’assessore – spero si avviino presto i concorsi per le assunzioni che avevo previsto”. Con l’annuncio di quanto messo in cantiere dal suo assessorato in materia di sicurezza stradale, il delegato del sindaco a Polizia Municipale, Informatizzazione, Trasparenza degli atti amministrativi, Centro Agroalimentare di Napoli (C.A.A.N.) ed Attività produttive, rompe un lungo silenzio, durato esattamente il tempo della sua permanenza in Municipio al fianco del primo cittadino Andrea Viscovo: “il silenzio fin ora mantenuto era per il semplice motivo che sono abituato a lavorare a testa bassa e con serio impegno”, ha spiegato infatti Ilardo, in una nota ufficiale con la quale ha anche chiarito, a chi ha puntato il dito contro lui perché non residente in città, che “vivo a due passi e sono cresciuto qua, non sono mica un alieno! Mai mi sono sentito estraneo a questo Paese, che accoglie tanti amici e parenti, e mai ho cercato di evitare responsabilità e di metterci la faccia. Chi ha lavorato con me le cose le sa”. Nella nota, l’esponente della squadra di governo locale ha anche voluto ringraziare il sindaco che lo ha scelto nel suo esecutivo e quanti gli hanno dato una mano negli ultimi dieci mesi, dai consiglieri comunali ai dipendenti del municipio, passando per i colleghi della Giunta municipale. “Non spetta a me, giudicare il mio operato ma – ha sottolineato Ilardo nel documento – mi va di gridare a tutti che mai ho preso alla leggera questo impegno. Mi auguro, anche, che tutte le cose messe in cantiere diano i propri frutti, ne sarei orgoglioso non come politico, perché non lo sono, ma come persona, per aver fatto del bene a questa città”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.