Advertisement
COMUNI

Trentacinque migranti richiedenti asilo ospiti della Città di Troisi. Gli extracomunitari vivranno in via Don Morosino

Municipio San Giorgio a CremanoSan Giorgio a Cremano. Trentacinque migranti richiedenti asilo saranno ospitati dalla cittadina dell’hinterland vesuviano, in una struttura di via Don Morosino, individuata dalla cooperativa sociale che si prenderà cura del gruppo di extracomunitari. E’ quanto ha stabilito l’Ufficio Territoriale di Governo di Napoli che ha comunicato la decisione al primo cittadino per le cosiddette ‘vie brevi’. “Dò il mio benvenuto, a nome dell’amministrazione comunale ai fratelli migranti che scappano da fame, miseria e guerra e il cui diritto alla permanenza nel nostro Paese è sancito dalla Costituzione. Abbiamo il dovere di dare assistenza a chi ha la sfortuna di essere nato in paesi afflitti da guerre e persecuzioni, da fame e povertà. Apriamo il cuore e le porte della nostra città perchè le politiche di chiusura sono prive di umanità nei confronti degli altri e di noi stessi”, ha commentato il sindaco Giorgio Zinno. La Prefettura di Napoli avrebbe optato per questa soluzione, in ossequio alle disposizione del Ministero dell’Interno, per la mancanza di posti nelle strutture ordinarie di accoglienza e su quanto stabilito “l’Ente non ha – ha spiegato il primo cittadomp – alcun potere decisionale”.

Giorgio Zinno Sindaco di San Giorgio a CremanoIl capo del Governo locale ha altresì espresso la propria contrarietà sulla scelta che tutti gli emigrati risiedano in un solo stabile “perché ciò non collima con ideali modalità di integrazione, ma comprendo la difficoltà della Prefettura in un periodo dove molti attraversano il mare per passare da una morte certa a una probabile morte” ma contemporaneamente ha sottolineato anche come “San Giorgio a Cremano è una città che ha fatto dell’integrazione un valore ed è una città accogliente, nonché aperta ai bisogni di chi vive in situazioni di estrema difficoltà”. L’ente locale supporterà logisticamente le necessità dei nuovi arrivati in città e la fascia tricolore ha già contattato la Prefettura per chiedere che richiedenti asilo accolti in paese possano lavorare, a carattere volontario e gratuito sul territorio sangiorgese così che venga favorita la loro piena integrazione con la popolazione locale e la socializzazione con i residenti. “Sono certo che nessuno nella nostra città abbia voglia scatenare la cosiddetta “guerra tra poveri” e ricordo che San Giorgio a Cremano ha sempre aiutato chi si trova in difficoltà. Il tema dei migranti è quello più strumentalizzato dalla politica nel nostro tempo, quello su cui spesso si fa un’informazione scorretta e incompleta. Io sono sicuro invece che tutti, maggioranza e opposizione, condivideranno la solidarietà verso chi si trova in difficoltà e ha necessità di essere accolto. Siamo e saremo sempre dalla parte degli ultimi, dovunque risiedano, da qualsiasi pese provengano”, ha concluso la fascia tricolore sangiorgese. 

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.