Advertisement
PRIMO PIANO

Traffico internazionale di stupefacenti, finanzieri sequestrano tir carico di arance e hashish

foto3Napoli. Guidava un autoarticolato carico di arance spagnole e di hashish, l’insospettabile autotrasportatore 38enne, originario di Nola, ammanettato dai militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nel corso di un ordinario servizio di vigilanza dinamica sul territorio, nei pressi del casello Nord della tangenziale di Napoli. Il camionista, fermato per una verifica di routine, ha subito mostrato segni di insofferenza ed uno stato di forte agitazione che hanno insospettito i baschi verdi del Gruppo Pronto Impiego del capoluogo campano che hanno deciso di approfondire gli accertamenti sul camion e di esaminarne anche il carico. Le Fiamme Gialle hanno quindi scortato il mezzo fino alla sede del reparto dove, in collaborazione con i colleghi della sezione antidroga del Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli che hanno fornito assistenza specialistica, hanno iniziato ad analizzare l’automezzo: una volta aperti i portelloni del vano di carico del mezzo, le Fiamme Gialle hanno meticolosamente ispezionato la merce in esso contenuto e scoperto un ingente quantitativo di droga nascosto tra la frutta. In particolare, abilmente occultati in buste di juta, i finanzieri hanno trovato ben 850Kg di hashish tra le cassette che contenevano 20 tonnellate di arance provenienti dalla penisola iberica. La droga, che venduta avrebbe fruttato circa 3 milioni di euro, era suddivisa in panetti e pronta per essere distribuita ai pusher per lo smercio nelle piazze di spaccio del capoluogo e dell’hinterland partenopeo. Terminate le operazioni, i baschi verdi hanno messo sottochiave lo stupefacente, sequestrato il camion e stretto le manette ai polsi del conducente del tir che lo trasportava, nascosto tra gli agrumi: il 38enne è stato scortato dai baschi verdi nelle celle del penitenziario di Poggioreale, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’operazione dei finanzieri partenopei, ha inflitto un ulteriore colpo al traffico di droga destinato a rifornire il fiorente mercato napoletano e testimonia il costante presidio esercitato dalla Guardia di Finanza di Napoli sul territorio a salvaguardia delle leggi ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.