Advertisement
CRONACA

Tentata estorsione a un imprenditore della vigilanza privata , arrestati due pregiudicati

img-20161119-wa0008

MARIGLIANO. Gazzelle dei carabinieri ovunque, un elicottero a sorvolare la zona, le sirene in funzione. Non è passata inosservata l’operazione che ha portato all’arresto di Luigi Esposito, detto “o’ sciamarro”, 44 anni, e di Agostino Filippini “o’ Lion”, 30 anni. I due sono ritenuti responsabili di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. I carabinieri del Nucleo investigativo e della compagnia di Castello di Cisterna questa mattina hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei loro confronti dal gip del tribunale di Napoli su richiesta della Dda. Secondo gli inquirenti a luglio scorso, dietro minacce, avevano preteso il “pizzo” dal titolare di un’azienda di vigilanza privata che opera nell’area vesuviana. Entrambi risultano pregiudicati. Esposito, 44 anni, è considerato dagli inquirenti elemento apicale del clan camorristico dei “Capasso”, cosca a cui si ritiene che anche Filippini sia contiguo. Acciuffati dai militari sono stati portati in caserma e, dopo le formalità di rito, sono stati portati nel carcere di Secondigliano, a Napoli. I carabinieri per ammanettarli hanno assediato il quartiere in cui risiedono, il rione Pontecitra, dove hanno inoltre eseguito diversi blitz che hanno portato al rinvenimento di circa 20 grammi di cocaina, 500 grammi di marijuana e 30 grammi di hashish, droga sequestrata a carico di ignoti.

Agata Marianna Giannino

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.