Advertisement
archivio

Strisce blu, commercianti pronti allo scontro con l’amministrazione locale

Sono pronti allo scontro diretto con l’amministrazione comunale i commercianti della cittadina vesuviana, iscritti all’Ascom: i negozianti, infatti, potrebbero manifestare pubblicamente già il prossimo 21 dicembre, quando si terrà il Consiglio Comunale, contro la decisione del governo locale di ‘dipingere’ di blu le strisce destinate al parcheggio delle automobili in diverse zone del paese. Qualche tempo fa, quando fu istituita la sosta a tempo su corso Domenico Riccardi, gli esercenti ‘benedirono’ la scelta del governo locale, poi revocata per le proteste dei residenti, mentre adesso sono quegli stessi negozianti a rivoltarsi contro sindaco ed assessori ed a chiedere loro di fare marcia indietro immediatamente. “La scelta delle strisce blu è stata fatta senza tenere in alcuna considerazione il parere dei commercianti locali – spiega  Luigi Romano, storico presidente dell’associazione che tutela i diritti della categoria – nonostante più volte, nei mesi scorsi, abbiamo richiesto un tavolo sulla questione all’allora assessore al ramo; richiesta che è rimasta inascoltata tanto che non abbiamo avuto neppure l’onore di ricevere una risposta”. Durante la prossima riunione del Parlamentino, tra i punti all’ordine del giorno, c’è proprio il regolamento comunale per i nuovi parcheggi a pagamento che, secondo il governo in carico, “è l’unico modo per risolvere il problema della sosta selvaggia delle auto nelle strade del paese”, come ha spiegato il consigliere comunale Antonio De Michele, delegato alla viabilità al fianco del primo cittadino che detiene la delega di assessore al ramo.  Secondo De Michele, “quando il provvedimento funzionerà a regime anche i commercianti si renderanno conto che quella fatta dall’amministrazione è una scelta oculata. Per decidere infatti l’ubicazione delle strisce blu è stata formata un’equipe di tecnici che – ha detto l’esponente del governo locale – stanno valutando tutti i pro e i contro  per ogni spazio riservato alla sosta a pagamento”. A dire dell’Ascom, invece, il rimedio trovato dall’esecutivo comporterà enormi disagi ai commercianti che, come ha spiegato il presidente Romano, già si stanno lamentando con i vertici del sindacato che li tutela e già hanno chiesto un deciso intervento dello stesso. L’approvazione del regolamento per strisce blu in Consiglio comunale non sarà facile, e non solo per il parere contrario dei negozianti ma anche perché ad opporsi con forza alla scelta del governo Tammaro ci saranno anche i consiglieri comunali del Partito Democratico: “è un provvedimento spot”, tuona infatti Salvatore Grillo, annunciando in anticipo il voto contrario del Pd. “Sono almeno tre anni che chiediamo un piano viabilità ed un piano commercio e quest’amministrazione si ostina ad attuare interventi, per nulla programmatici, che non servono a nulla, come la chiusura del Ponte di Caravita, il senso unico a Carafa, etc. Le strisce blu – ha concluso il politico – non serviranno a niente se non rientrano in un più ampio programma di gestione della viabilità locale”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.