Advertisement
CRONACA

Spara al rivale in amore e poi va a pescare, carabinieri ammanettano 30enne

TENENZA CARABINIERI CSALNUOVOCasalnuovo. Spara al rivale in amore e poi va a pescare. E’ accaduto tra Casalnuovo e Gaeta dove i carabinieri hanno stretto le manette ai polsi di un pregiudicato che, secondo gli investigatori, lo scorso 20 marzo aveva tentato di ammazzare un uomo sparandogli alle spalle. I militari di Gaeta hanno infatti rintracciato A.L. sul molo della città laziale, con tanto di canna, esche e secchio per contenere le prede mentre si confondeva tra gli altri pescatori che frequentano abitualmente il pontile. L’attività info-investigativa portata avanti dai carabinieri del Comando Tenenza di Casalnuovo, agli ordini del comandante Fernando de Solda, in collaborazione con i colleghi di Formia, ha consentito di scoprire il movente e di ricostruire l’esatta dinamica dell’agguato dello scorso 20 marzo a Casalnuovo, ai danni di un 26enne e che gli inquirenti avevano immediatamente inquadrato come ‘delitto passionale’: il pregiudicato, infatti, aveva tentato di ammazzare il rivale in amore a colpi di pistola e subito dopo, sperando di far perdere le proprie tracce, si era rifugiato nel Lazio. La vittima, invece, era stata soccorsa e trasportata d’urgenza all’Ospedale ‘Cardarelli’, dove era stato ricoverato nel reparto rianimazione, con prognosi riservata, per le numerose ferite da arma da fuoco al dorso e alle gambe. Il 30enne, localizzato dai carabinieri ed arrestato dagli uomini della Benemerita mentre pescava sulla banchina del litorale di Gaeta, è stato scortato nelle celle della casa circondariale di Cassino dopo la convalida del fermo da parte dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.