Advertisement
SPECIALE ELEZIONI COMUNALI A VOLLA

Volla alle urne. Simona Mauriello, ex vicesindaco di centrosinistra, strizza l’occhio ai moderati

VOLLA – La ‘first lady’ dell’Amministrazione del sindaco Angelo Guadagno, targata Partito Democratico, fa l’occhiolino al progetto ‘Area Comune–Volla al centro’ che ha nel centrista Pasquale Petrone il suo ideatore e nel quale fino a questo momento sono confluiti buona parte dei moderati della cittadina annonaria, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, la lista civica ‘Terra nostra’ e Forza Italia. Quella dell’ex vicesindaco Simona Mauriello per la compagine è, sia subito chiaro, nient’altro che una simpatia, almeno per ora, come chiarisce subito la diretta interessata puntualizzando che «sto dialogando con i responsabili di Area Comune perché mi piace la loro idea di mettere Volla al centro della futura azione politica ed amministrativa locale e perché ne condivido gli ideali e gli obiettivi di responsabilità civile. – ha infatti spiegato – Attendo però che la coalizione si assesti definitivamente e che ne siano chiaramente definite le linee programmatiche; solo quando ciò sarà avvenuto ufficializzerò o meno, in maniera definitiva, la mia candidatura».

Simona Mauriello
Simona Mauriello

Simona Mauriello (163 voti alle comunali del 2012 con la lista civica ‘Verso il futuro’ che raggiunse le 1001 preferenze totali) esce da un’esperienza politica triennale che l’ha vista, per volontà dell’allora sindaco Guadagno, ricoprire la seconda carica amministrativa del paese ma anche gestire assessorati importanti come quelli alle politiche sociali, alla pubblica istruzione, alla cultura e spettacolo ed alle pari opportunità: «sono stati anni intensi, di lavoro duro, per una come me, prestata alla politica dal mondo della cultura e del sociale, che si impegna fino in fondo in quello che fa, mettendoci mente e cuore, e – racconta la candidata in ‘pectore’ al consiglio comunale –  non nascondo che al termine di quell’esperienza avevo deciso di abbandonare definitivamente la politica». «Ho cominciato a rivalutare un mio impegno concreto in vista delle elezioni amministrative quando numerosi vollesi, che hanno apprezzato quello che ho fatto soprattutto per gli anziani ed i disabili della città, mi hanno chiesto di scendere nuovamente in campo. Un ripensamento, il mio, che la mia famiglia, alla quale ho sottratto parecchio tempo quando ero vicesindaco ed assessore comunale, ancora non ha digerito», ha spiegato ancora la Mauriello. La possibile migrazione dell’ex numero due dell’Ente di Via Aldo Moro da uno schieramento di centrosinistra ad un progetto politico moderato, al quale hanno tuttavia già aderito partiti che nell’arco costituzionale nazionale sono posizionati a destra, potrebbe creare qualche perplessità negli elettori ma la Mauriello ha le idee chiare anche su questo punto e immediatamente chiarisce che «ho sempre avuto ideali di centrosinistra ma ormai – dice – le ideologie sono cadute ed hanno lasciato spazio ad uomini e donne di buona volontà e di buonsenso che vogliono mettersi in gioco per il bene della collettività e, nel caso specifico – ha concluso l’ex vicesindaco – della comunità vollese dove vivo da ormai venti anni».

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.