Advertisement
COMUNI

Sentenza del Tar Campania, Ciro Russo non è più Presidente del Consiglio a San Giorgio a Cremano

San Giorgio a Cremano. Il Tribunale Amministrativo per la Campania, riunitosi ieri in camera di consiglio, ha respinto il ricorso presentato dal consigliere comunale di minoranza Ciro Russo contro la Deliberazione del Parlamentino locale che, il 13 marzo scorso, gli aveva revocato la nomina a Presidente dell’Assemblea Cittadina, ai sensi dell’articolo 8 dello Statuto Comunale. “... il presidente, all’interno del Consiglio ed anche in altre sedi, mediante la spendita del proprio ruolo istituzionale, ha assunto atteggiamenti incompatibili e denotanti l’effettiva violazione di regole comportamentali connaturate alla carica di garante”, si legge nella sentenza pronunciata dalla Giustizia Amministrativa regionale. Il Tar ha quindi dato ragione ai consiglieri comunali di maggioranza che sostengono il sindaco Giorgio Zinno che più o meno un mese fa avevano destituito la seconda carica istituzionale sangiorgese perché il comportamento adottato dal presidente del consiglio avevano fatto sapere i vertici dell’amministrazione locale in una nota ufficiale – non è stato, in questi mesi, conforme al ruolo istituzionale rivestito e non si ravvisano più i crismi di rappresentatività, garanzia e tutela dell’intero consiglio comunale“. Dal canto suo, Russo aveva risposto alle accuse dei suoi ex compagni puntualizzando come il suo siluramento fosse stato determinato “perché ho fatto il mio dovere di verifica e di controllo e, mio malgrado, ho più volte segnalato alle Autorità competenti, irregolarità e/o illegittimità di gare pubbliche ed appalti, proroghe contratti in modo illegittimo, pagamenti poco chiari, utilizzo allegro dell’anticipazione di cassa per oltre 5 milioni di euro per servizi non essenziali, etc. etc.”. ciro russoLa mozione di sfiducia contro l’ex capo del civico consesso era stata approvata con i voti favorevoli dei sostenitori del primo cittadino, eccetto l’esponente di Centro Democratico, successivamente migrato nei banchi della minoranza politica. Contro il provvedimento si erano invece espressi i quattro rappresentanti del Movimento 5 Stelle, l’indipendente Aquilino Di Marco e Luca Mignano (Centro Democratico). Oggi la prima sezione del Tar Campania, presieduta dal giudice Salvatore Veneziano, ha messo fine al contenzioso e, respingendo il ricorso presentato da Russo, ha avallato la decisione che era stata presa dal Parlamentino sangiorgese a marzo scorso.la revoca del presidente del Consiglio Comunale si rivela legittima nella misura in cui si fonda su fatti ben precisi, consistenti in condotte tipicamente compromissorie della neutralità , imparzialità e terzietà della carica istituzionale“, hanno infatti sentenziato i giudici. E la maggioranza del governo esulta, pronta a convocare, in tempi rapidi, la riunione dell’assemblea cittadina per l’elezione del nuovo Presidente del Consiglio Comunale. “Non avevamo alcun dubbio sul fatto che il TAR avrebbe rigettato le infondate richieste di Russo – affermano i partiti della coalizione di governo in una nota ufficiale – E’ evidente, secondo quanto esprime la sentenza che le molteplici esternazioni pubbliche di Russo contro il sindaco e la maggioranza hanno violato il dovere di neutralità imposto al presidente in virtù della carica istituzionale ricoperta“. “Oggi – continua il documento – è stato ribadito il primato della politica nei confronti di posizioni individualistiche e delle azioni giudiziarie ad essa legate – conclude la maggioranza – Con la sentenza di oggi risulta ancora più chiaro un concetto ad alcuni sconosciuto: che la politica va fatta nelle sedi istituzionali e non per strada o nelle aule di tribunale. Ci lasciamo alle spalle questa incresciosa vicenda per proseguire il nostro lavoro a favore della città e dei cittadini“. Il giorno in cui era stato destituito dalla presidenza del civico consesso sangiorgese, Russo aveva assicurato che in ogni caso avrebbe continuato a sedere in aula, nei banchi destinati ai consiglieri di minoranza: “sono stato il consigliere comunale eletto con il maggior numero di voti e – la sua dichiarazione dello scorso 13 marzo – continuerò a fare un’opposizione corretta ed attenta a tutte le problematiche che i cittadini mi sottoporranno quotidianamente”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.