Advertisement
SPECIALE ELEZIONI COMUNALI A VOLLA

Sel-Si pronta a scendere in campo con un proprio candidato a sindaco per Volla

VOLLA – Sinistra Ecologia e Libertà-Sinistra Italiana pronta a scendere in campo, per le  elezioni amministrative di giugno prossimo, con un proprio candidato a sindaco. E’ quanto si evince da una nota pubblicata dai vendoliani vollesi sui social network in queste ore, probabilmente per testare il terreno ma soprattutto le reazioni delle fazioni politiche del territorio ad una decisione che ormai sembrerebbe definitiva nonostante un ‘forse’, messo lì, prima di «dovremmo impegnarci per impedire che la prossima amministrazione, se possibile, sia peggiore di quella che è andata via». La nota, pubblicata dall’ex assessore comunale Riccardo Festa, oggi membro del coordinamento provinciale con delega alla città metropolitana ed all’urbanistica nonché referente locale dei vendoliani, chiarisce subito, a scanso di equivoci, il posizionamento del partito nell’arco costituzionale locale: «uno spazio politico autonomo e alternativo al finto progressismo del Pd, al populismo dei 5 Stelle, al conservatorismo delle Destre. Uno spazio nel quale trovino posto le parole per un nuovo agire politico».

Riccardo Festa, referente Sel-Si
Riccardo Festa, referente Sel-Si

Una scelta abbastanza prevedibile se si tiene in considerazione la repentina uscita di scena di Sel-Si dal panorama amministrativo della cittadina annonaria con la defenestrazione dell’assessore all’urbanistica, in quota vendoliana, dopo solo sedici mesi dall’insediamento degli organi di governo locale eletti nel 2012: il partito scenderà in campo con un proprio schieramento ed un proprio candidato sindaco, senza ‘apparentamenti’ di sorta. «La logica pattizia che ha attraversato la politica in questa città è stata devastante. È stata una gabbia che ha anteposto le battaglie di posizionamento al progetto politico, i singoli individui alla comunità politica. Un tappo che – si legge nella nota – ha impedito la possibilità di aprire uno spazio di confronto vero, sui progetti, sulle visioni, che ha impedito di sognare e prendere sul serio il sogno di poter cambiare». Il tempo a disposizione non è tantissimo ma nemmeno poco: entro l’11 aprile prossimo il Viminale dovrà comunicare ufficialmente le date dell’election day, dopodiché i vendoliani avranno tempo fino al 29° giorno antecedente quello delle urne per presentare formalmente simbolo, liste elettorali e programma in Municipio ma non è escluso che il nome del candidato alla carica di sindaco possa essere ufficializzato già nelle prossime ore e non è detto che il prescelto non sia proprio l’ex assessore dell’ultimo esecutivo di centrosinistra Riccardo Festa.

Oltre al candidato sindaco vendoliano, il cui nome è ancora top-secret, in  corsa per sedersi sulla poltrona più importante del Municipio di via Moro ci sono Domenico Viola (Partito Democratico, ‘Per Volla diamoci una mano’, la lista di Rosa Praticò e  un’altra civica), Sergio Vaccaro (Movimento 5 Stelle), Andrea Viscovo (‘Cittadini X Volla’ – ‘Volla cambia verso’ – ‘RisolleviAmo Volla’) e Luciano Manfellotti (‘Area Comune-Volla al Centro’, Fratelli d’Italia, Alleanza Nazionale, lista civica ‘Terra Nostra’ e Forza Italia).

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.