Advertisement
COMUNI

Volla al voto tra un anno, già ci sono i primi nomi dei candidati a sindaco

Volla. Possibili candidati a sindaco per le elezioni comunali dell’anno prossimo e composizione degli schieramenti che scenderanno in campo per la sfida all’ultimo voto. Quarantotto ore dopo la nomina del Commissario Prefettizio Anna Nigro e del commissario ad acta per l’approvazione del bilancio dell’Ente Maria Rosaria Ingegno, gli esperti dell’arte di governare avrebbero già cominciato a scrivere il prossimo capitolo della storia politica della cittadina annonaria. La campagna elettorale è dunque iniziata, anche se non ufficialmente: stando ai beninformati, ci sarebbe uno strano fermento in città, tanto che le riunioni di partito sarebbero cominciate addirittura il giorno dopo la sfiducia al sindaco, eletto dieci mesi prima, sul documento di programmazione economico-finanziaria locale. Incontri, summit e vertici si starebbero susseguendo nelle stanze di sezioni e circoli, improvvisamente riaperte, ma a porte chiuse se non addirittura blindate: i big della politica vollese, però, si starebbero incontrando anche, in via informale, nei bar e nei chioschi del paese per un caffè oppure un aperitivo, pretesti per sondare il terreno di possibili alleanze. E, naturalmente, solo ciò che non si fa non si vede mentre ciò che si fa si vede e soprattutto quel che si dice, si sente: così, in queste ore, già si sentono in giro le prime indiscrezioni sulla situazione politica locale in vista delle prossime amministrative. sindacoClamoroso sarebbe il passo indietro dell’esponente di punta di Area Comune, Luciano Manfellotti (candidato a sindaco nel 2016) che avrebbe deciso di non ritentare la scalata al Municipio di via Aldo Moro una seconda volta: in prima fila sulla griglia di partenza, pronti a sostituirlo, ci sarebbero, almeno per il momento, il coordinatore cittadino dello schieramento Sergio Sorrentino ed il leader degli ‘Indipendenti per Volla’, Ivan Aprea che tra l’altro era stato notato alla prima assemblea pubblica del partito dopo la caduta dell’Amministrazione comunale. Ulteriore novità sarebbe il posizionamento di Forza Italia, senza Gennaro De Simone, fuori dalla compagine di cui aveva fatto parte nel 2016 ed il suo posizionamento al fianco di Fratelli d’Italia per la conquista del Municipio con Felice Petrella candidato alla fascia tricolore. Riconfermato, quasi certamente, Sergio Vaccaro a capo della lista del Movimento 5 Stelle anche se, secondo indiscrezioni, la sua candidatura a primo cittadino potrebbe venir meno a fronte di una per la Camera dei Deputati alle prossime politiche. Incertezza sul futuro del Partito Democratico vollese che, dopo il Congresso nazionale, dovrà rinnovare i vertici locali prima di dedicarsi ad eventuali scelte elettorali anche se, i più, confermerebbero la leadership di Domenico Viola come lo scorso anno. Incerta, almeno per ora, la ricandidatura del sindaco uscente Andrea Viscovo che nei giorni immediatamente successivi alla conclusione anticipata del mandato amministrativo aveva annunciato che avrebbe continuato ad impegnarsi politicamente a Volla: i suoi ex sostenitori starebbero premendo per la ripresa di un progetto che “non è concluso ma solo interrotto”, come lo stesso ex primo cittadino aveva precisato ma lui non avrebbe ancora sciolto le sue riserve in merito.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.