Advertisement
COMUNI

Sant’Anastasia. Ex assessore Giliberti, ”Da cinque mesi attendiamo lo sportello di ascolto”

cettina-gilibertiSant’Anastasia. “Dov’è lo sportello ascolto?”. A dare la prima bordata alle Politiche sociali del Municipio anastasiano, è l’ex assessore Cettina Giliberti. “Da 5 mesi”, dice la psicoterapeuta, che dopo il suo abbandono dell’assessorato per il quale sottolineò mancanza di armonia nella squadra di governo, ha dovuto attendere tre mesi prima di essere sostituita, “ancora non si è provveduto ad attivare lo sportello ascolto del Comune di Sant’Anastasia, perché? Non si tratta di polemiche, ma vere e proprie preoccupazioni”. Questo quanto ha spinto l’ex assessore alle Politiche sociali, a rompere il silenzio. In realtà dovevano essere diversi i progetti legati al delicato e capillare tema della Politiche sociali, che già da settembre avrebbero dovuto vedere il decollo. Un assessorato ‘contrastato’, il cui malessere è esploso lo scorso maggio, quando un mix di azioni e mancanze, hanno portato l’entusiasmo della Giliberti ad azzerarsi. Lei psicologa, con deleghe alle politiche sociali, pari opportunità, politiche per il lavoro, politiche giovanili, trasporti di carattere sociale, eventi e spettacoli e tutela degli animali, da tempo ‘faticava’ nel perseverare nei propri intenti. L’assessore fu eletta nel 2014 nella lista Arcobaleno a sostegno di Abete, di cui risultò la più votata. Nonostante sia passata incolume al primo azzeramento fatto lo scorso agosto dal sindaco Lello Abete, il suo assessorato si è mostrato un assessorato ‘tormentato’, spesso al centro di polemiche più o meno forti, e che la stessa ha sottolineato “interne” alla stessa maggioranza. Non è forse un caso che dai banchi della maggioranza più volte l’assessore sia stato oggetto delle attenzioni del gruppo “Sant’Anastasia in volo”, rappresentata dai consiglieri: da Rosaria Fornaro, Mario Trimarco e dal Presidente del consiglio comunale, Mario Gifuni. gruppo che ebbe a dedicare alla Giliberti anche un manifesto di pungenti osservazioni. Un gruppo che ritorna, sulle ‘simpatie’ alle politiche sociali, con la nomina della nuova assessora Palma Rosa Beneduce, sorella del noto Mauro Beneduce (Margherita – Pd – Udc). Politiche sociali che nel civico anastasiano, solo la scorsa settimana, hanno visto la capogruppo di Fi, Annarita De Simone, e quella della civica “Alleanza per Sant’Anastasia”, Verusca Zucconi, chiedere che strada era determinata a percorrere il nuovo assessore, che si è riservato di rispondere più avanti. Intanto, però, sottolinea l’ex assessore Cettina Giliberti “la gara è stata fatta molti mesi fa e aggiudicata, considerato questo, perché non parte questo servizio utile ai cittadini che non possono ricorrere a terapie psicologiche private?”. Uno sfogo amaro che si chiude con una dura affermazione: “e nessuno sa, nessuno si interessa, nessuno sollecita…eppure panta rei! Le Politiche Sociali…queste sconosciute a molti!”.

Maria Beneduce

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.