Advertisement
CRONACA

Sant’Anastasia. Anziani e ragazzine nel mirino dei rapinatori che rubano denaro e smartphone

Sant’Anastasia. Forano pneumatici delle vetture in sosta, e poi seguono le ignare vittime per segnalare l’incidente e depredarli di quanto hanno in auto. Accade a Sant’Anastasia, dove negli ultimi giorni si sono moltiplicati i casi di furto nelle auto, avvenuti mentre l’automobilista era intento a cercare gli attrezzi per cambiare la ruota della vettura. Quasi con certezza la foratura è provocata dalle stesse persone che avvicinandosi all’auto in transito, segnalano la ”ruota bucata”. Ultima vittima, in ordine di tempo, un 79enne cliente di un noto supermercato, che dopo aver fatto la spesa si è allontanato per rientrare a casa. Poche centinaia di metri più in là, l’anziano è stato sorpassato da un’auto di piccola cilindrata di colore scuro, dalla quale il passeggero ha urlato di controllare le ruote, una delle quali era a terra, per poi allontanarsi velocemente. Il 79enne ha quindi accostato, ed ha cominciato ad armeggiare nel portabagagli per tirare fuori la ruota di scorta. Una disattenzione che gli è costata il telefono cellulare, il denaro ed i documenti contenuti in un borsello lasciato a terra al lato passeggeri. Quando l’anziano è tornato in auto per avvertire la moglie del ritardo, si è accorto di essere stato derubato. Probabilmente i ladri avevano dei complici che hanno raggiunto la vettura a bordo di uno scooter o di un’altra auto. La vittima, una volta in caserma dove ha denunciato ai carabinieri l’accaduto, si è resa conto di essere ”in buona compagnia”. Oltre al 79enne, infatti, altre persone erano andate a denunciare lo stesso tipo di furto. Nel mirino dei ladri, però, vi sarebbero anche gli smartphone di ragazzini e ragazzine. Sembrerebbe che alcuni giovani a bordo di uno scooter, si stiano aggirando per le strade del paese, avvicinando le ragazzine e simulando un approccio per fare la loro conoscenza, i malviventi sfilano lo smartphone dalle mani delle vittime.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.