Advertisement
CRONACA PRIMO PIANO

Santa Barbara di armi al Rione Traiano. Sequestrati anche oltre dieci chili di droga da carabinieri e polizia

foto archivio
foto archivio

NAPOLI. Al posto dei contatori dell’acqua un vero e proprio arsenale di armi e droga. E’ quanto hanno trovato i carabinieri e la polizia di Stato nel rione Traiano a Napoli, nel corso di un’operazione congiunta ad Alto impatto, per contrastare l’incremento degli episodi criminosi tra Pianura, Soccavo e lo stesso Rione Traiano. Pistole, mitragliatori, una Santa Barbara di proiettili, oltre a cocaina e hashish già suddivisi in dosi da rivendere sul mercato: tutti sigillati e conservati nelle nicchie predisposte per i contatori dell’acqua, in alcuni stabili del Rione Traiano. Le forze dell’ordine, in particolare, hanno sequestrato un mitragliatore Kalashnikov con colpo in canna e caricatore inserito con 27 cartucce. Altre 122 cartucce dello stesso calibro di quelle inserite nel kalashnikov, sono state trovare in tre buste di cellophane, ed altre 30 inserite in un altro caricatore. Sono stati sequestrati, inoltre, un fucile mitragliatore skorpion, con caricatore inserito e 32 cartucce all’interno, sei pistole, quasi tutte con caricatore inserito e colpo in canna, di diversi modelli e calibri. In totale sono stati rinvenuti circa 700 cartucce di vario calibro e modello per le pistole ed i mitragliatori. Le forze dell’ordine, inoltre, hanno trovato e sequestrato quasi tre chilogrammi di cocaina suddivisa in dosi e panetti, ed oltre sette chilogrammi di hashish. Proseguono gli accertamenti tecnico-balistici della Polizia Scientifica per comparare le armi con gli ultimi episodi criminosi “stese” avvenuti recentemente

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.