Advertisement
COMUNI PRIMO PIANO

San Giorgio a Cremano, Sindaco ‘sceriffo’ sorprende rom con le mani nella spazzatura

13659182_1625458924433864_8104054272335773254_nSan Giorgio a Cremano. “San Giorgio a Cremano é e resta la città dell’integrazione ma solo con coloro che vogliono integrarsi rispettando le regole”. Lo ha detto il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, al termine di un controllo a tappeto contro chi rovista nella spazzatura. Una vera e propria ‘squadra’, formata da sindaco, assessore alla sicurezza, Ciro Sarno, vigili urbani ed operatori ecologici, che ieri sera è riuscita a sorprendere alcuni rom a bordo di un furgoncino stracolmo di ‘monnezza’. Nel corso dell’operazione sono anche stati sequestrati sette carrozzini che i nomadi utilizzano per il trasporto illecito dell’immondizia raccolta sul territorio, sono state identificate una decina di persone, ed elevate multe a tutti coloro che sono stati sorpresi a frugare tra la spazzatura. Secondo quanto emerso durante i controlli a tappeto, a sporcare le strade del paese sarebbero in particolar modo “rom che, soprattutto nelle ore notturne si spostano dai campi di Napoli e Ponticelli e raggiungono San Giorgio a Cremano per accumulare spazzatura da utilizzare o da rivendere ai propri connazionali”. Il sindaco ha annunciato anche che simili controlli continueranno in tutti i giorni in cui viene sversata la frazione indifferenziata, “fino a quando – ha tenuto a puntualizzare Zinno – riusciremo a non far arrivare più sul nostro territorio coloro che frugano nella spazzatura, lasciando immondizia ovunque e quindi sporcando la nostra città”. ”I controlli continueranno quando si conferisce l’indifferenziata – ha aggiunto – perchè è la frazione che viene maggiormente presa di mira da chi viene esclusivamente a San Giorgio a Cremano per rovistare nella spazzatura. L’attività dei nostri vigili urbani rientra nel programma sulla lotta al degrado che abbiamo messo in campo, dichiarando tolleranza zero verso tutti coloro che assumono comportamenti contrari ad ogni regola del vivere civile, siano essi nomadi o cittadini”. La fascia tricolore sangiorgese, però, ci ha tenuto a precisare che la misura adottata non è assolutamente da ritenersi discriminatoria: “San Giorgio a Cremano é e resta la città dell’integrazione ma solo con coloro che vogliono integrarsi rispettando le regole”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.