Advertisement
COMUNI

San Giorgio a Cremano. M5S annuncia: “nessun forno crematorio in città”.

13717413_1224434934247485_6889645723478075183_oSan Giorgio a Cremano. Nessun forno crematorio sarà costruito all’interno del Cimitero della città vesuviana. ‘Ne danno il lieto annuncio’ i consiglieri comunali Cinquestelle che fin dal principio si erano dichiarati contrari alla realizzazione dell’opera sul territorio comunale sangiorgese. “Ebbene, finalmente possiamo dirlo: ce l’abbiamo fatta, il forno crematorio non si farà più. Ha vinto la volontà popolare”, dicono in coro i pentastellati, Patrizia Nola, Danilo Roberto Cascone, Pasquale Maolino e Rosanna Tremante sottolineando come la realizzazione dell’impianto funerario non risulti più nel piano annuale ed in quello triennale delle opere pubbliche da realizzare a San Giorgio a Cremano. I grillini si erano schierati contro il project financing ritenendolo irrealizzabile per una Città, terzo comune italiano per densità di popolazione, che già soffre una consistenza abitativa tra le più alte d’Europa, con 47.000 residenti in 4 km quadrati. Ma non solo: gli attivisti sangiorgesi avevano bocciato l’idea sul nascere anche perché l’ubicazione dell’impianto di incinerazione era prevista a soli 2 km dal forno crematorio di Poggioreale, in una Città dove non è presente neanche una stazione per test sulla qualità dell’aria ed a soli 50 metri dalle case. Il progetto era invece stato sposato dall’Amministrazione locale, presieduta dal sindaco Giorgio Zinno, e doveva essere realizzato da un privato con la costruzione di un forno per la cremazione delle salme all’interno del camposanto cittadino di via San Giorgio Vecchio: la realizzazione dell’opera pubblica, come più volte confermato dalla fascia tricolore in persona,  rientrava, tra l’altro, nelle azioni del programma elettorale del Governo attualmente in carica per la riqualificazione del cimitero comunale. Il forno crematorio avrebbe dovuto servire tutti i comuni dell’hinterland partenopeo e la sua installazione, secondo i vertici comunali, avrebbe dovuto portare un bel po’ di risorse finanziare nelle casse dell’Ente di Piazza Municipio. “L’amministrazione comunale ha definitivamente accantonato l’idea dopo la costituzione di un Comitato di cittadini contrari alla costruzione dell’impianto ed a seguito della battaglia che abbiamo combattuto in Consiglio Comunale dove abbiamo presentato la petizione sottoscritta da tanti nostri concittadini cosicché che la volontà popolare fosse nota a tutti”, assicurano i Consiglieri comunali grillini. “Questa è – concludono i movimentisti sangiorgesi – una vittoria dei cittadini che si sono uniti per scongiurare questo scempio!”.

Nuova immagineARTICOLI CORRELATI:

Forno crematorio a San Giorgio a Cremano, manifestazione di protesta dei Cinquestelle in Municipio

Forno Crematorio a San Giorgio a Cremano, grillini sul piede di guerra. Stamane in Consiglio Comunale per il ‪#‎NoFornoDay

Forno crematorio a San Giorgio a Cremano, il Parlamentino locale non si pronuncia. Rinviata l’approvazione della delibera di pubblica utilità

 

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.