Advertisement
PRIMO PIANO

San Giorgio a Cremano, Consiglieri comunali minoranza denunciano presunte irregolarità in procedura concorsuale

MUNICIPIO SAN GIORGIO (GRANDE)San Giorgio a Cremano. Presunte irregolarità nella gestione dei servizi sociali dell’Ambito territoriale 28, composto dai Comuni di San Giorgio a Cremano(capofila) e San Sebastiano al Vesuvio, sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Napoli dai consiglieri comunali Danilo Roberto Cascone, Patrizia Nola, Pasquale Maolino, Rosanna Tremante (Movimento 5 Stelle), Ciro Russo (Liberamente San Giorgio) ed Aquilino Di Marco (Indipendente). A finire sotto la lente di ingrandimento dei sei esponenti di minoranza, presunte anomalie in merito ai requisiti di partecipazione al bando l’affidamento del servizio di supporto all’Ufficio di Piano, deputato a garantire l’assistenza ai più deboli, l’inclusione ed il contrasto al disagio sociale. Inoltre, secondo quanto scrivono nella denuncia gli esponenti dell’opposizione consiliare, “tra le ditte a cui veniva inviata la lettera di invito sussistono rapporti di cointeressenza tali da impedire alle stesse la legittima e contemporanea partecipazione a gare di appalto indette da pubbliche amministrazioni”. Secondo i denuncianti, infatti, tra i vari soggetti che sono stati invitati dal Municipio a partecipare alle procedure per l’affidamento del servizio, ci sarebbe “una fitta trama di intrecci societari, tra doppie cariche, legami di parentela, presidenti e consiglieri multipli”. Nella denuncia-quererla, i consiglieri comunali  hanno infine chiesto all’Autorità Giudiziaria di effettuare “le indagini del caso” e fare luce su quanto accaduto ma anche di “disporre il sequestro probatorio preventivo di tutti i documenti” relativi alle procedure concorsuali.  

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.