Advertisement
CRONACA

Rissa in discoteca per uno sguardo di troppo, arrestati due giovani di Somma Vesuviana

Piazzolla di Nola. Lo scorso 13 marzo ferirono due addetti alla sicurezza a colpi di fucile in seguito ad una rissa scoppiata in una discoteca a Piazzolla di Nola, per uno ”sguardo di troppo” ad una ragazza: due giovani di Somma Vesuviana sono stati arrestati dai carabinieri con le accuse di lesioni personali aggravate e detenzione e porto illegale di arma da fuoco. I due, Manuel S., di 20 anni, e Domenico P., di 22, sono stati arrestati dai militari per un’ordinanza di custodia cautelare (in carcere per il 20enne e ai domiciliari per il 22enne), emessa dal Gip di Nola, dopo le indagini portate avanti dai carabinieri intervenuti dopo la sparatoria avvenuta in una discoteca a Piazzolla di Nola, nel corso della quale furono feriti due addetti alla sicurezza del locale intervenuti per sedare una rissa. Il litigio era scoppiato per futili motivi, per uno ”sguardo di troppo” ad una giovane, che aveva acceso gli animi degli arrestati. Alla rissa aveva partecipato anche 24enne di Cicciano. In particolare, dopo uno ‘sguardo di troppo’ ad una ragazza, due comitive erano passate alle vie di fatto, ed i componenti avevano cominciato a darsele di santa ragione. Il litigio era poi stato sedato dagli addetti alla sicurezza. Ma dopo qualche ora, quando ormai sembra essere tornato tutto alla calma, il 24enne di Cicciano era uscito dal locale e si stava intrattenendo con amici nell’area antistante l’ingresso: lì il giovane era stato avvicinato dal 20enne che, dopo aver preso dal portabagagli della sua auto un fucile da caccia, aveva cominciato a far fuoco. Il 20enne sparò un colpo in aria ed un altro colpo contro il 24enne, che mancò ferendo invece alle gambe i due addetti alla sicurezza. Subito dopo era intervenuto anche il 22enne, che aveva strappato il fucile dalle mani di spina e aveva sparato altri due colpi verso il 24enne di Cicciano, mancandolo a sua volta.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.