Advertisement
COMUNI

Referendum Costituzionale, M5S Volla: “priorità a disoccupati, inoccupati e persone con basso reddito nella scelta degli scrutatori”

Sergio Vaccaro

Volla. Modalità di designazione degli scrutatori nei seggi elettorali della cittadina annonaria? “Precedenza a disocuppati, inocuppati, studenti e persone con reddito basso”. E’ la proposta ‘di buon senso’ che sarà formulata ufficialmente questa mattina, nel corso della riunione della Commissione Elettorale del Comune di Volla, dal consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Volla, Sergio Vaccaro, per la scelta degli ‘addetti ai lavori’ per le operazioni di voto del Referendum Costituzionale del 4 dicembre prossimo.  “L’attuale normativa prevede che gli scrutatori, a Volla, vengano nominati dalla Commissione Elettorale fra coloro che sono iscritti all’albo comunale, ma l’attuale regolamentazione offre ampia discrezionalità, quindi nessun obbligo. Noi, continuiamo a proporre il sorteggio, che tuttavia riteniamo uno strumento parzialmente corretto”, spiega Sergio Vaccaro, unico esponente pentastellato nel Parlamentino locale e portavoce dei grillini vollesi. “Questa opportunità – sottolinea infatti il leader dei movimentisti – dovrebbesse essere concessa a chi oggi vive un disagio economico e per questo motivo chiederò a tutti i componenti della commissione elettorale di condividere la nostra proposta e di adottare come requisito ulteriore per il sorteggio degli scrutatori la condizione di disoccupazione, inoccupazione o basso reddito. Sono fiducioso che l’intera Commissione condividerà la nostra idea”. “L’attuale crisi economica ed occupazionale ha investito anche il nostro territorio creando forti disagi anche sociali tra i cittadini, e – ha continuato il leader cinquestelle vollese – crediamo fermamente che le istituzioni locali debbano rivolgere alle categorie disagiate tutte le attenzioni possibili per scongiurare, ove possibile, notevoli sofferenze di natura economica e sociale”. Nel caso in cui la proposta pentastellata non potesse essere accolta, “per l’impossibilità da parte degli uffici – spiega il consigliere di minoranza – ad attuare una corretta e tempestiva verifica dei requisiti”, i grillini proporanno che la designazione degli scrutatori sia affidata al sorteggio, “così da garantire anche – ha chiarito Vaccaro – la massima trasparenza ed indipendenza degli scrutatori” ma si schiereranno comunque contro l’attuale modalità di scelta e cioè contro la nomina diretta.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.