Advertisement
CRONACA

Rapina in villa a Volla, custodia cautelare in carcere per uno dei falsi poliziotti che mise a segno il colpo

POGGIOREALE (2)Volla. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere, firmata dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Nola, gli è stata notificata direttamente nella cella del carcere di Poggioreale dove era già recluso per scontare la pena inflittagli dalla Giustizia per aver commesso un’altra rapina. Ieri mattina, nelle stanze del penitenziario partenopeo, i carabinieri del Comando Compagnia di Torre del Greco, lo hanno informato che l’Autorità Giudiziaria lo ha iscritto nel registro degli indagati per concorso nella rapina a mano armata consumata ai danni di un imprenditore vollese e della sua famiglia e che la stessa ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare della custodia in carcere. L’uomo, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, avrebbe fatto parte del commando armato che, indossando false divise da poliziotti, aveva bussato alla porta di casa di una famiglia della cittadina annonaria: all’alba del 2 luglio scorso, i cinque malviventi, esibendo falsi tesserini di riconoscimento ed un mandato di perquisizione domiciliare contraffatto si erano fatti aprire la porta da un noto imprenditore locale ed, una volta entrati nell’appartamento, avevano fatto razzia di valori e denaro contante, per un valore stimato di 1500 euro, tenendo le armi puntate contro i malcapitati. L’attività info-investigativa su quanto accaduto, condotta dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile dei carabinieri di Torre del Greco, in collaborazione con i colleghi della stazione di Volla e coordinata dalla Procura della Repubblica di Nola, si è conclusa con il riconoscimento del sospettato da parte dell’imprenditore vittima dell’azione criminale e dei suoi familiari che erano presenti in casa durante la rapina.  

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.