Advertisement
CRONACA

Rapina alle Poste di Marigliano, Carabinieri ammanettano l’intera banda che aveva messo a segno il colpo

Ufficio postale MariglianoMarigliano. Banda di rapinatori intercettata dai carabinieri dopo un colpo all’ufficio postale, si erano cambiati d’abito ed avevano pronta altra vettura per la fuga. E’ accaduto a Marigliano dove gli uomini del locale comando stazione hanno stretto le manette ai polsi di G. P., 29enne di San Gennaro vesuviano, V. A., 35enne residente a Roma e già noto alle forze dell’ordine per reati specifici e B. T., 32enne domiciliato a Palma Campania, anche lui già noto alle forze dell’ordine. Secondo gli investigatori, il trio avrebbe fatto irruzione nell’ufficio postale di via San Francesco a Marigliano, con il volto coperto ed armati di pistola e, dopo aver minacciato i presenti, avrebbero costretto i dipendenti a consegnare loro i soldi disponibili in cassa, 275 euro in contanti, per poi scappare. I rapinatori sono stati intercettati dalla gazzella dei carabinieri in via Sentino, poco distante dal luogo del misfatto, mentre a bordo di una Bmw stavano cercando di scappare il più lontano possibile: fermati dai militari, i tre sono stati arrestati e scortati nelle celle della casa circondariale di Poggioreale. Al momento dell’arresto uomini della Benemerita hanno constatato come, nei minuti immediatamente successivi alla rapina, i componenti della banda si erano addirittura già cambiati d’abito ma i militari sono riusciti a trovare e sequestrare i capi d’abbigliamento indossati durante la rapina e la pistola semiautomatica che i banditi avevano usato per mettere a segno il colpo, una calibro 9 con matricola abrasa e 15 cartucce nel caricatore. Contestualmente, gli investigatori hanno anche appurato che in via Elisabetta d’Ungheria, nei pressi del luogo dell’arresto, avevano parcheggiato una seconda auto (una Renault Megane intestata a un pregiudicato di Roma, risultata in uso ai malfattori e verosimilmente usata in analoghe azioni criminose) che, secondo gli inquirenti, sarebbe stata utilizzata per proseguire la fuga e far perdere definitivamente le proprie tracce.

 

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.