Advertisement
PRIMO PIANO

Ramo di pino crolla nel cortile della scuola durante intitolazione a Salvo D’Acquisto. Un ferito lieve

cortile scuola d'acquistoPOMIGLIANO D’ARCO. Un ferito e tanta paura per i bambini dell’ormai ex scuola Frasso a Pomigliano d’Arco, dove stamattina, nel corso della cerimonia di intitolazione del plesso al brigadiere Salvo D’Acquisto, un ramo di un grosso pino si è spezzato precipitando al suolo proprio mentre i piccoli alunni erano in cortile ad assistere alla manifestazione. Il grosso ramo, spezzato dal vento forte, è finito sulle spalle di un uomo, provocandogli escoriazioni al capo ed al collo, proprio mentre i bimbi erano nel cortile per scoprire la targa di intitolazione della scuola a Salvo D’Acquisto, alla presenza del fratello del carabiniere eroe, Alessandro, del sindaco Lello Russo, del colonnello del comando provinciale dei carabinieri, Rino Coppola, del capitano Tommaso Angelone, di alcuni genitori, e delle autorità religiose. Tanto spavento ma per fortuna solo ferite lievi per l’uomo colpito dal ramo, che ha riportato escoriazioni varie. La cerimonia è stata parzialmente interrotta, in quanto la maggior parte dei bambini è stata fatta rientrare nell’istituto scolastico, mentre le autorità civili, militari e religiose si sono dirette al monumento dedicato a D’Acquisto per la deposizione di una corona d’alloro.

targa scuola d'acquistoIl ‘fuori programma’, però, non deve oscurare la bella cerimonia che ha visto come protagonisti proprio i bambini, al centro degli interventi del colonnello dei carabinieri, Coppola, il quale ha invitato i piccini a fare ”sempre la scelta giusta”, seguendo l’esempio di Salvo D’Acquisto, e del sindaco Russo, il quale ha esortato i bambini a ”studiare di più” e ad essere orgogliosi di frequentare un plesso ora intitolato al carabiniere eroe. Russo ha anche ricordato che alla fine degli anni ’80, quando lui guidava la città, un altro carabiniere si rese protagonista, a Pomigliano d’Arco, di un gesto eroico, cercando di fermare dei banditi nel corso di una rapina al casello autostradale. Il militare, Cosimo Miccoli, libero dal servizio, rimase ucciso, ed il sindaco gli intitolò una strada.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.