Advertisement
CRONACA

Pizzo in cantiere, 41enne ammanettato dai carabinieri ad Acerra

Acerra. “Il 5% dell’appalto al clan, se no le cose non vanno bene”. Sono queste le parole con le quali intimoriva il personale di un cantiere edile, l’uomo arrestato oggi dai carabinieri in via Cavour ad Acerra. Il 41enne, ammanettato con l’accusa di tentata estorsione, è stato sorpreso dai militari all’interno del cantiere mentre cercava di imporre il pizzo, in nome del clan, intimidendo i responsabili dello stesso ed alcuni operai che vi lavorano. S. E., che gli inquirenti ritengono essere affiliato al sodalizio camorristico ‘Piscopo-Galllucci’ ( attivo nel controllo degli affari illeciti nelle zone di Casalnuovo, Acerra e nei comuni limitrofi) e volto già noto alle forze dell’ordine, aveva richiesto il 5℅ dell’importo totale dell’appalto per il rifacimento della pavimentazione stradale in cambio della ‘protezione del clan’ per il sereno prosieguo del lavoro pubblico. Il 41enne, dopo il disbrigo delle formalità di rito, è stato scortato nelle celle della casa circondariale di Secondigliano.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.