Advertisement
SPECIALE ELEZIONI COMUNALI A VOLLA

Pd Volla, dimissioni irrevocabili di Esposito dalla segreteria politica dei democrat

Giovanni Esposito
Giovanni Esposito

VOLLA – Nonostante direttivo del partito ed iscritti gli abbiano confermato ancora una volta la fiducia in modo ufficiale,  Giovanni Esposito, dirigente locale del Partito Democratico è apparso irremovibile sulla decisione di lasciare a qualcun altro le redini del circolo cittadino del Pd, dopo la sonora bastonatura incassata dai renziani vollesi all’election day del 5 giugno scorso quando nella cittadina annonaria si è votato per la scelta del sindaco e del Consiglio Comunale. Le dimissioni sono state presentate ufficialmente dal segretario cittadino, nel corso dell’assemblea di partito di ieri sera, che ha dichiarato di essere irremovibile sulla decisione presa. Il dirigente locale, comunque, ha accettato di rimanere in carica fino a quando la segreteria provinciale dei democrat non darà l’ok ad un congresso anticipato per l’elezione dei nuovi organismi direttivi locali. “Sono in carica da quasi quattro anni – ha dichiarato Esposito –  e credo sia arrivato il momento di cedere il passo ad altri che porteranno avanti il progetto di rinnovamento del Pd vollese al quale abbiamo dato il via con la mia segreteria e che ormai è arrivato ad una svolta significativa”. “Resto comunque iscritto e militante attivo e rinnovo il mio impegno, senza ruoli ufficiali, al servizio del partito”, ha aggiunto il segretario. E, a proposito del progetto politico dei democrat vollesi, all’indomani dell’assemblea del direttivo e degli iscritti, alla quale hanno partecipato anche i rappresentanti delle due liste civiche della coalizione di centrosinistra che ha appoggiato la candidatura a sindaco di Domenico Viola, la segreteria cittadina dei renziani ha fatto sapere che punterà soprattutto sulla presenza di numerosi giovani competenti, gli stessi che hanno affollato le liste dello schieramento di centrosinistra alle ultime elezioni comunali. “Saranno i nostri giovani – ha sottolineato Esposito – a raccogliere il testimone che gli abbiamo ceduto per il rinnovamento della politica vollese”. Il Pd, dunque, apre le porte della sezione cittadina per un allargamento che trasformi il partito in una ‘federazione’ che inglobi tutti coloro che si riconoscono nei valori di centrosinistra, nel rispetto dell’autonomia di pensiero di ognuno. Sul ballottaggio di domenica prossima, di cui pure si è discusso durante la riunione di ieri sera, il coordinatore cittadino del Pd è lapidario ma determinato: “Libertà di voto per chi al primo turno ha assegnato la sua preferenza al candidato sindaco Viola perché – ha sottolineato Esposito – nessuno dei due aspiranti primo cittadino rimasti in gara ci ha convinto sulla validità del loro programma di governo e di rappresentanza in Consiglio comunale”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.