Advertisement
COMUNI

Palazzine occupate abusivamente nove anni fa a Casalnuovo, venti famiglie chiedono aiuto per ‘mettersi in regola’

Nuova immagineCASALNUOVO. Occupano abusivamente due palazzi privati in via Benevento: incontrano il sindaco e chiedono un aiuto per mettersi in regola. Sono venti famiglie, 56 i bambini e diverse le donne in gravidanza. Vivono illegalmente da nove anni negli appartamenti del parco al civico 56 e da quasi 10 giorni sono senza corrente: gli è stata staccata perché erano allacciati abusivamente alla rete elettrica, il furto – aggravato e continuato – ha fatto scattare denunce per 41 residenti.  Tanto è bastato a far risollevare il problema, rimasto finora irrisolto, nonostante gli sfratti disposti negli anni dall’autorità giudiziaria, l’ultimo nel 2011 quando gli abitanti, buttati fuori, si accamparono fuori al Comune per protestare.

L’IMPEGNO DEL SINDACO. Nei giorni scorsi ci sono stati degli incontri con il sindaco Massimo Pelliccia, in presenza dei comandanti della locale tenenza dell’Arma dei carabinieri e della Polizia municipale. Gli abusivi chiedono al Comune delle case o, comunque, un sostegno per poter mettere a norma le proprie posizioni. «Abbiamo chiesto se sono disponibili immobili

Il Sindaco Massimo Pelliccia
Il Sindaco Massimo Pelliccia

di proprietà del Comune in cui ospitare gli occupanti abusivi, ma non vi sono», queste le istanze avanzate dal legale che rappresenta gli abusivi, l’avvocato Anna Selvaggio, nel corso della prima riunione col sindaco di Casalnuovo. Nel successivo incontro, risalente a venerdì scorso, le famiglie sono riuscite a portare a casa un impegno da parte del primo cittadino che, secondo quanto chiarito dal suo vice, Nicoletta Romano, si limita a quanto è di competenza delle politiche sociali: «Il Comune – ha specificato la Romano – è disponibile per tutto quello che è di competenza delle politiche sociali. Noi stiamo monitorando, ascoltando e prendendo in considerazione tutte le richieste che arrivano dai nuclei familiari che stanno occupando le palazzine. Quindi, anche di concerto con le politiche sociali, stiamo cercando di portare supporto alle famiglie. Resta comunque una questione privata».  I palazzi di via Benevento, infatti, sono di proprietà privata. Erano rimasti vuoti perché finiti al centro di una battaglia ereditaria, che sarebbe terminata recentemente con l’emissione di una sentenza al termine di un processo civile.

LA VERSIONE DELLE FAMIGLIE. In merito all’ultima riunione col capo del Governo locale, l’avvocato delle famiglie ha raccontato: «Dopo varie proposte escluse dal sindaco abbiamo chiesto se ci sono dei fondi per affrontare le spese per il contratto di affitto e se il Comune vuole farsi carico di questa spesa. Il sindaco ha detto che se il problema è finanziario, certamente con dei fondi, sfruttando determinate normative, comunque si potrebbe affrontare la spesa, un minimo, per regolarizzare i contratti». Parole che hanno innescato una speranza negli occupanti abusivi, che ora attendono di capire se gli intestatari degli immobili intendono raggiungere un accordo per mettere a norma le occupazioni. «Durante la riunione – ha rivelato il legale, portavoce dei nuclei familiari – abbiamo telefonato all’avvocato dei proprietari, e ora siamo in attesa di prendere appuntamento con loro per organizzare un nuovo incontro. Diciamo che a una sorta di accordo con il Comune si è giunto, ora dobbiamo attendere l’incontro con i proprietari».  Agata Marianna Giannino

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.