Advertisement
COMUNI

Niente compostaggio di comunità, l’ira dei grillini vollesi contro l’Amministrazione Viscovo

17309595_10210862541912746_3785979277565218888_nVolla.Dovevano essere quelli della politica del cambiamo tutto e del ribaltiamo la piramide ma, mi sa, che a furia di girarla e rigirarla  gli è scivolata di mano”. Il ‘dislike’ dei movimentisti vollesi contro sindaco, assessori e consiglieri comunali di maggioranza per la mancata adesione al progetto regionale per il compostaggio di quartiere, ma anche per l’intera azione politico-amministrativa, nelle dichiarazioni ufficiali di Sergio Vaccaro, portavoce cittadino dei grillini e consigliere comunale di minoranza a Volla. Napoli, Ercolano, Marano, Mugnano Piano di Sorrento, Mariglianella, Casoria, Aversa, Mondragone, Casapulla ed Airola sono alcuni dei Comuni che hanno aderito alla proposta regionale per il compostaggio di quartiere mentre altri Enti locali stanno valutando la questione in Consiglio comunale e non è escluso che un buon numero di questi possa manifestare interesse per l’installazione sui territorio degli impianti per lo smaltimento comunitario della frazione organica dell’immondizia. Volla, però, non è tra loro: l’Amministrazione vollese, come quelle di quasi tutti i paesi limitrofi, non è infatti intenzionata a partecipare all’iniziativa come dimostrato dalla sonora bocciatura dell’iniziativa, promossa proprio dal Movimento 5 Stelle, in Consiglio Comunale, lo scorso 9 marzo (leggi qui). “Credo che questa amministrazione stia facendo perdere un’occasione importante ai vollesi, e stia perdendo una importante opportunità. La nostra era una proposta di buonsenso ma nessuna spiegazione tecnica seria ci è stata fornita dal Governo in carica”. E’ quanto sottolinea il consigliere pentastellato che, non essendo assolutamente intenzionato ad arrendersi, ha protocollato una nuova mozione sull’argomento che dovrà essere discussa nella prossima riunione dell’Assise vollese. VaccaroLa richiesta di aderire alla campagna regionale, era stata bocciata dal civico consesso della cittadina annonaria con 8 voti contrari, 5 favorevoli e l’astensione di un esponente della maggioranza (leggi qui) che sostiene la fascia tricolore Andrea Viscovo su suggerimento dell’assessore Gianluca Pipolo, delegato del sindaco ad ambiente ed ecologia, che in aula aveva dettato l’indirizzo politico-amministrativo del Governo vollese ai rappresentanti di fazione. Secondo l’esponente della Giunta municipale, i vincoli imposti dal bando, che rientra nel progetto ‘rifiuti a Km 0’, non coincidono con le caratteristiche proprie del territorio vollese soprattutto per quel che riguarda la possibilità di installare un numero adeguato di impianti e macchinari tali da fronteggiare le necessità della città intera (leggi qui). Le ‘ragioni del no’ degli amministratori locali, però, non convincono per niente i grillini vollesi che domenica prossima saranno a disposizione degli abitanti del paese con un gazebo informativo sulla questione in via Rossi (angolo via Dante Alighieri), dalle 10 del mattino in poi. Secondo il M5S vollese, il Governo Viscovo è caratterizzato dal “coraggio di cambiare…che manca”. “Volevano contraddistinguersi, giovani anagraficamente, per le idee nuove, ma dal giorno del loro insediamento non ho ancora visto un solo progetto volto a dare una nuova visione del paese – ha aggiunto Vaccaro – E qualcuno di loro, in via confidenziale, mi aveva addirittura detto di essere più grillino di me”.

 

 

 

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.