Advertisement
COMUNI

Minacce a Consigliere cinquestelle, la solidarietà del sindaco di San Giorgio a Cremano

SAN GIORGIO A CREMANO. Piena solidarietà rispetto a questa violazione della quiete familiare”, è stata espressa sulle piattaforme digitali da Giorgio Zinno, sindaco della città vesuviana, al consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Danilo Cascone che questa mattina ha trovato tra la corrispondenza una lettera minatoria anonima e due proiettili inesplosi. La missiva, che il grillino ha postato su Facebook, conteneva, oltre a numerose offese, minacce di morte nei confronti del politico ma anche dei suoi familiari. Secondo la fascia tricolore sangiorgese, la lettera è una “porcata scritta da qualche mentecatto con qualche problema di stabilità mentale” che nulla avrebbe a che vedere con le dinamiche politiche locali anche se ‘consegnata’, come lo stesso primo cittadino ha sottolineato, a poche ore da un’importante riunione del Parlamentino locale. “La politica può portare a scontri anche forti ma davanti alla follia di qualche soggetto non esistono divisioni ne se o ma”, ha continuato il sindaco sottolineando che “la tempistica di questo messaggio e il suo contenuto mi risulta molto strana e spero che chi può indaghi in maniera da dirci la provenienza di questa lettera. Lettere come queste – ha aggiunto ancora Zinno – non hanno nulla a che vedere con cambiamento o la politica ma sono da avvicinare alla follia di soggetti che cercano di avvelenare i pozzi per cercare il proprio tornaconto”.

L’augurio del primo cittadino è che le forze dell’ordine facciano luce al più presto sull’intera vicenda, individuando l’autore della cameringo_20170219_113730lettera anonima indirizzata all’esponente della minoranza consiliare: “Spero che presto venga beccata la mano che scrive queste porcate tentando di creare scontri continui in città in maniera da potersi confrontare su progetti o idee piuttosto che le porcate del mentecatto di turno”, ha infatti precisato il sindaco. Politicamente parlando, Zinno, che nei giorni scorsi aveva avuto un acceso diverbio proprio con i consiglieri comunali di M5s su questioni politico-amministrative, a suon di comunicati stampa e post sui social network, non risparmia di sottolineare a Cascone come “i tuoi toni e modi non li condivido e più volte ho evitato di scendere in inutili polemiche su terreni che reputo faziosi e preconcetti ma mai in questi anni – ha concluso la fascia tricolore – qualcuno si è mai sognato di limitare la libertà di espressione, comunicazione o informazione di nessuno”. Ma questa è un’altra storia.  

ARTICOLO CORRELATO: San Giorgio a Cremano, lettera di minacce con proiettili a Consigliere M5S

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.