Advertisement
CRONACA

Malviventi entrano nelle Poste attraversando con l’auto i vetri blindati, ‘ripulite’ le casse dell’ufficio di Madonna dell’Arco

RAPINA POSTE MADONNA ARCOSant’Anastasia. Si schiantano con l’automobile contro l’ufficio postale di Piazza Madonna dell’Arco per sfondarne i vetri blindati e mettere a segno una rapina a mano armata. E’ quanto accaduto stamane a Sant’Anastasia, pochi minuti dopo l’orario di apertura delle Poste che due rapinatori hanno preso d’assalto e ‘ripulito’ dei soldi disponibili, in una giornata di pagamento delle pensioni. Secondo una prima e parziale ricostruzione, effettuata dai carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna, intervenuti sul posto, ad agire sarebbero stati almeno due rapinatori che, dopo aver mandato in frantumi i vetri blindati dell’agenzia, a pochi passi dal santuario mariano più conosciuto dell’area vesuviana, si sarebbero fatti consegnare il denaro, minacciando i dipendenti, per poi dileguarsi a bordo di uno scooter, lasciando l’automobile tra le vetrate dell’ufficio postale. Il raid ha scioccato non solo i dipendenti del servizio pubblico ma anche numerosi utenti che si trovavano all’interno dell’ufficio postale tanto che sul posto, insieme alle gazzelle dei carabinieri, è arrivata anche un’ambulanza del 118 per soccorrere i malcapitati, soprattutto i più anziani, già in coda per riscuotere la pensione. E il fatto che la rapina sia stata messa a segno in giorno di pagamenti fa sospettare che il colpo sia stato pianificato attentamente e con largo anticipo dai malviventi che l’hanno messo a segno e che il bottino portato via sia abbastanza consistente anche se, almeno ufficialmente, non ancora quantizzato. I militari della Benemerita di Castello di Cisterna, agli ordini del capitano Tommaso Angelone, sono tutt’ora al lavoro, impegnati in un’intensa attività info-investigativa, per identificare ed assicurare alla giustizia gli autori della rapina all’ufficio postale di Madonna dell’Arco.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.