Advertisement
CRONACA

Lancio di motosega dall’auto per fermare carabinieri: uomo finisce in manette

Manette Carabinieri2Hanno tentato di tutto pur di fermare l’auto dei carabinieri che li inseguiva, lanciando contro la vettura dei militari anche una motosega e due soffiatori elettrici. Ma gli uomini della Benemerita non si sono fermati, e sono riusciti a raggiungere e bloccare due uomini, un 41enne ed un 44enne di Afragola, arrestando il primo e denunciando il secondo. L’inseguimento, culminato ad Afragola, era però cominciato a Visciano, dove i militari erano intervenuti dopo la segnalazione di un’auto con due soggetti in fuga. I carabinieri, dopo aver intercettato la vettura, hanno intimato l’alt, e poi cominciato un lungo inseguimento. Nel frattempo una gazzella dell’aliquota radiomobile di Nola ha raggiunto l’uscita autostradale di Tufino per bloccare i sospetti, ma i due a bordo della vettura continuano la fuga per 20 chilometri sulla strada statale 7 bis in direzione di Pomigliano d’Arco. Durante la fuga i malfattori decidono quindi di tentare di ostacolare la corsa dei militari lanciando dalla vettura in corsa alcuni attrezzi da giardinaggio, due soffiatori elettrici ed una motosega, ma i militari scansano gli oggetti e proseguono l’inseguimento fino ad Afragola, dove i due sospetti abbandonano l’auto e proseguono la fuga a piedi. I carabinieri, però, li inseguono fino all’interno di un condominio, dove uno dei due viene bloccato al culmine di una concitata colluttazione nel corso della quale un militare viene leggermente ferito. A finire in manette un 41enne di Afragola, già noto alle forze dell’ordine, che ora dovrà rispondere delle accuse di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, mentre per gli stessi reati è stato denunciato il complice, un 44enne. L’arrestato è in attesa di rito direttissimo.

 

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.