Advertisement
DALLA CAMPANIA

Incendio parco del Vesuvio, Borrelli (Verdi): “Tanti errori. Fare chiarezza sull’uso dei liquidi inquinati della vasca del Pianillo”

13731713_667607860059775_5044930973863522863_n“L’incendio che ha devastato migliaia di metri quadri del parco nazionale del Vesuvio pone una serie di interrogativi a cui bisognerà dare risposte nei prossimi giorni, una volta superata l’emergenza”. Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “molte cose non sono andate come dovrebbero andare in questa vicenda”. “Tanto per cominciare, in giornate così calde dove il fuoco si propaga facilmente, è necessaria una maggiore attenzione per evitare che i delinquenti possano distruggere liberamente migliaia e migliaia di metri quadri di vegetazione, ma è anche necessario un maggior coordinamento, sia nella fase di prevenzione che in quella di spegnimento, di intervento” ha sottolineato Borrelli aggiungendo che “bisognerà chiarire anche la questione dell’acqua della vasca a Pianillo che è stata usata per spegnere l’incendio, come denunciato, tra gli altri, dall’ambientalista Francesco Servino”. “E’ stato fatto per gestire l’emergenza, perché era più semplice e veloce prendere quell’acqua con l’elicottero piuttosto che andare a prendere l’acqua dal mare con i canadair, ma bisogna capire perché è stato necessario usare liquidi altamente inquinati e se non ci fossero altre possibilità” ha aggiunto Borrelli sottolineando che “non si riesce a capire, per esempio, come mai non siano state previste vasche da usare in caso di emergenza”. “Possibile che non ci sia un piano di emergenza che abbia previsto vasche dove prendere l’acqua?” si chiede Borrelli aggiungendo che “ci sono molte domande a cui bisognerà dare una risposta nei prossimi giorni anche per non farsi trovare impreparati nel caso di altri incendi”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.