Advertisement
PRIMO PIANO

Guerra alla prostituzione ad Acerra, multati giovani e anziani fermi con le ‘lucciole’

Acerra. Costerà cara la sosta di una dozzina di persone con alcune prostitute ad Acerra. In due giorni, infatti, la polizia municipale ha multato dodici clienti delle ‘lucciole’ presenti in periferia e nella zona industriale della città, con contravvenzioni di circa 200 euro. Sanzioni che possono arrivare anche a 500 euro in seguito all’ordinanza n. 9 dello scorso aprile, con la quale il sindaco Raffaele Lettieri ha dichiarato guerra alla prostituzione, definendo multe salate non solo alle lucciole, ma anche ai clienti che rischiano anche il sequestro del veicolo ed il recapito della contravvenzione direttamente a casa. L’ordinanza in questione infatti, vieta a chiunque di sostare con «soggetti dediti alla prostituzione ovvero concordare con gli stessi prestazioni sessuali», e di «assumere atteggiamenti, comportamenti ovvero indossare abbigliamenti che manifestano in modo inequivocabile l’intenzione di adescare o esercitare l’attività di meretricio». Tra i multati anche persone molto giovani, ma non mancano gli anziani, tutti provenienti da diversi territori della Campania, in particolare dal vesuviano e dai limitrofi paesi della provincia di Caserta. I controlli della polizia municipale di Acerra contro chi “concorda prestazioni sessuali” hanno portato ad accertamenti nella zona industriale di Acerra e nei luoghi di periferia della città e proseguiranno anche nelle prossime settimane, proprio con l’intento di debellare definitivamente il fenomeno.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.