Advertisement
CRONACA PRIMO PIANO

Fratello del killer di Anatoliy Korol gambizzato in strada a Castello di Cisterna

via-vittorio-emanueleCASTELLO DI CISTERNA. Un agguato in pieno centro ed in pieno giorno contro Roberto Ianuale, 21enne con precedenti penali, figlio del boss Vincenzo, attualmente detenuto, e fratello gemello di Gianluca, uno dei killer di Anatoliy Korol, il muratore eroe che fu ucciso ad agosto dello scorso anno mentre cercava di sventare una rapina in un supermercato. Il ferimento è avvenuto oggi pomeriggio nei pressi del comune di Castello di Cisterna, mentre Ianuale transitava sul corso principale: il giovane è stato raggiunto ad una gamba da uno dei tre o quattro colpi di pistola esplosi da un’auto in corsa. Il 21enne è stato trasportato all’ospedale civile di Nola, ma non è in pericolo di vita. La vittima dell’agguato è figlio del boss Vincenzo, detto ‘o squadrone’, e fratello gemello di Gianluca Ianuale, recentemente condannato a 20 anni di carcere per l’omicidio Korol, insieme con il fratellastro Marco Di Lorenzo, 33 anni, entrambi divenuti collaboratori di giustizia dopo l’arresto. Ancora da chiarire del tutto la dinamica del ferimento, anche se pare che al vaglio dei carabinieri del comando di Castello di Cisterna, che procedono con le indagini, vi sarebbe un video di un sistema di sorveglianza, acquisito per verificare se l’occhio elettronico della telecamera era puntato sul luogo dell’agguato. Non è chiaro, invece, il movente che ha portato alla gambizzazione di Ianuale: a quanto pare in paese sarebbe in atto una lotta tra clan per la spartizione delle piazze di spaccio, nelle quali ancora regnerebbe il contrasto con alcuni esponenti del clan facente capo al boss Vincenzo Ianuale, ed altri clan dei comuni limitrofi che vorrebbero ‘conquistare’ il territorio. Ed alla guerra tra clan potrebbe essere riconducibile anche l’esplosione di un colpo di pistola, ieri sera, nella zona della 219 di Castello di Cisterna, che non avrebbe provocato feriti. Ma neanche si escluderebbe l’ipotesi che l’agguato sia legato al fatto che Roberto Ianuale sia fratello e fratellastro di due collaboratori di giustizia, Gianluca Ianuale e Marco Di Lorenzo, condannati il mese scorso a 20 anni di carcere per l’omicidio di Anatoliy Korol.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.