Advertisement
PRIMO PIANO

Forno crematorio a San Giorgio a Cremano, manifestazione di protesta dei Cinquestelle in Municipio

San Giorgio a CremanoSan Giorgio a Cremano. ‘No forno day’ è l’iniziativa organizzata dai grillini di San Giorgio a Cremano contro la decisione dell’Amministrazione Comunale, presieduta dal sindaco Giorgio Zinno, di autorizzare la costruzione di un forno crematorio sul territorio della città di Massimo Troisi. “E’ impensabile costruire un forno crematorio a San Giorgio a Cremano”, tuona il portavoce locale dei pentastellati e consigliere comunale di minoranza, Danilo Roberto Cascone. Il progetto sposato dal governo locale e che dovrebbe essere realizzato da un privato, prevede la costruzione di un forno per la cremazione delle salme all’interno del Camposanto cittadino di via San Giorgio Vecchio e rientrerebbe nelle azioni annunciate da Zinno nel suo programma elettorale per la riqualificazione del cimitero comunale. Il forno crematorio, dovrebbe servire tutti i comuni dell’hinterland partenopeo e la sua installazione porterebbe un bel po’ di risorse finanziare nelle casse dell’Ente di Piazza Municipio. “Abbiamo accolto la proposta di un privato per la realizzazione di un forno crematorio all’interno del cimitero comunale – spiega il sindaco Giorgio Zinno – Spetta ora al Consiglio comunale l’ultima parola. Portiamo in discussione la proposta, tenendo presente  la sua strategia”.

sangiorgioI Pentastellati sangiorgesi, però la pensano diversamente dal primo cittadino e dal suo entourage, e sottolineano come “nel terzo comune italiano per densità di popolazione, a soli 2 km dal forno crematorio di Poggioreale, in una Città avvolta dallo smog di un traffico perennemente bloccato, in cui non è presente neanche una stazione per test sulla qualità dell’aria, l’amministrazione Zinno decide nel totale silenzio di costruire un altro forno crematorio a 50 metri dalle case!”. I Cinquestelle invitano la popolazione locale ad aderire alla protesta in programma per giovedì 21 luglio, alle 11, nei pressi del Municipio dove esponenti di M5S e cittadini si ritroveranno per esternare il loro malcontento per le scelte politiche ed amministrative del governo locale. “Quello che dovrebbe fare un Sindaco – aggiungono – tra l’altro massima autorità sanitaria, che ad oggi decide di non confrontarsi con i suoi cittadini su temi così tanto importanti e di impatto, è proteggere la salute dei cittadini e contribuire al miglioramento dell’ambiente e della qualità della vita, e non costruire nuovi strumenti per l’inquinamento dell’aria”. Alle teorie dei grillini, il sindaco risponde che “l’impianto verrà realizzato con tecnologie all’avanguardia e – conclude la fascia tricolore – con un elevato livello tecnologico e funzionale, tale da rispondere pienamente alle più restrittive normative in campo ambientale”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.