Advertisement
Box CRONACA

Fabbriche del falso nel Vesuviano: Guardia di Finanza sequestra due opifici abusivi

IMG-20160406-WA0008Nola. Due fabbriche del falso sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza a Piazzolla di Nola e Poggiomarino, per mancanza dei requisiti minimi di sicurezza. In uno dei due opifici le fiamme gialle hanno anche trovato un dormitorio con tre minori. In particolare, a Piazzolla di Nola, gli uomini della comapgnia della Guardia di finanza di Nola, al comando del capitano Luca Gelormino, in collaborazione con la polizia locale al comando del maggiore Luigi Maiello, hanno scoperto una fabbrica del falso sistemata in un sottoscala, di circa mille metri quadrati, di un immobile residenziale, dove sono stati trovati quasi 110mila capi d’abbigliamento identici a note griffe di alta moda, macchinari, cucitrici, impianti di stiraggio, e diversi metri di tessuto contraffatto. Nella ‘sartoria’ priva di ogni misura di sicurezza, le fiamme gialle hanno sorpreso 12 extracomunitari privi del regolare contratto di lavoro. I locali erano anche pieni di rifiuti tessili. A Poggiomarino, invece, la Guardia di Finanza del gruppo di Torre Annunziata, hanno scoperto una sartoria di circa 130 metri quadrati, completamente abusiva e priva dei requisiti di sicurezza, gestita da una cittadina cinese, denunciata alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, dove venivano realizzati capi d’abbigliamento low cost. Nei locali le fiamme gialle hanno trovato una sorta di dormitorio con tanto di cucina, dove gli operai, privi di regolare contratto di lavoro, erano costretti a dormire insieme a tre minori.
La Guardia di finanza ha denunciato i titolari dei due opifici, tre italiani e tre extracomunitari, per reati che vanno dall’abuso edilizio allo smaltimento illecito di rifiuti, fino alla contraffazione.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.