Advertisement
COMUNI PRIMO PIANO

Fabbrica in fiamme a Volla. Incendio domato, si attende il responso dei vigili del fuoco sulle cause del rogo

Le famiglie sfollate rientreranno a casa in nottata. Nessun pericolo per la salute pubblica

IMG-20160704-WA0016ore 00.40 – Fiamme domate definitivamente e bonificata l’area di  via Pietro Nenni a Volla dove, intorno alle 21.30, era divampanto un incendio che aveva interessato il deposito della fabbrica ‘Paparo Plast’, dove erano conservati teloni in plastica. La coltre di fumo che si era elevata era visibile a diversi chilometri di distanza ed aveva procurato preoccupazione anche negli abitanti dei comuni limitrofi a Volla che dalle finestre delle loro case avevano visto la nube nera oscurare il cielo. Secondo quanto riferisce il sindaco Andrea Viscovo “la popolazione non corre nessun pericolo ed è tutto sotto controllo”. “La fabbrica conteneva plastica – ha aggiunto la fascia tricolore – ed al momento non sono state rilevate sostanze che possano determinare pericolo per l’incolumità dei cittadini”. Le famiglie che erano state sgomberate nelle fasi di emergenza potranno rientrare nelle proprie abitazione già in nottata mentre le scuole del territorio resteranno aperte ed ospiteranno i campi base, approntati dalla Protezione Civile, per la gestione delle varie criticità correlate all’incendio. I vigili del fuoco, al lavoro per quasi tre ore, hanno terminato le prime operazioni, spegnimeto delle fiamme e messa in sicurezza della zona mentre nelle prossime ore i pompieri effettueranno tutti i rilievi necessari a determinare le cause che hanno innescato il rogo. La fabbrica si trovava nel seminterrato di uno stabile occupato prevalentemente da uffici e locali commerciali. Un plauso ai vigili del fuoco, alle forze dell’ordine, alla Polizia Muncipale ed ai volontari dei vari nuclei di Protezione Civile giunti sul posto, è arrivato dalla fascia tricolore della cittadina annonaria: “mi congratulo con tutti coloro che hanno lavorato per gestire questa emergenza – ha concluso Viscovo – e che hanno dato prova della loro professionalità e si sono prodigati per evitare allarmismi e panico tra i cittadini duramente provati da un’improvvisa calamità”.

index8ore 23.30 – Una cinquantina di persone circa passeranno la notte nei locali degli istituti scolastici vollesi, che l’unità di crisi convocata dal primo cittadino ha fatto aprire per ospitare gli sfollati dei due edifici adiacenti la fabbrica di plastica invasa dalle fiamme in via Pietro Nenni a Volla.  Si attendono ora ulteriori accertamenti da parte dei vigili del fuoco per capire se sarà necessario effettuare lo sgombero di ulteriori nuclei familiari presenti negli stabili della zona.  Le fiamme sono quasi domate, la maggior parte del lavoro ormai dovrebbe essere fatto, ma l’incendio non è ancora stato spento del tutto e si prevede che ci vorrà ancora un bel po’ di tempo per completare le operazioni di bonifica dell’area interessata dalle fiamme. A bruciare, intorno alle 21.30 di oggi, un deposito di teloni in plastica, ubicato nel seminterrato di una palazzina in via Pietro Nenni: ancora sconosciute le cause che hanno determinato il rogo che saranno più chiare, una volta spento completamente l’incendio, dopo le verifiche dei tecnici dei vigili del fuoco. A lottare contro le fiamme, oltre a venti automezzi dei pompieri anche numerosi volontari, specializzati in antincendio, della Protezione Civile di Volla, coordinati da Vincenzo Viola, di Cercola, diretti da Giuseppe Piccolo, di Massa di Somma, guidati da Giuseppe Ciano e di Sant’Anastasia, comandati da Filippo Fragliasso.

indexore 22.30 – L’unità di crisi convocata d’urgenza in comune e presieduta dal primo cittadino Andrea Viscovo ha disposto l’evacuazione di venti famiglie che risiedono negli edifici di via Pietro Nenni, adiacenti al deposito di teloni in plastica dove, poco più di un’ora fa, è divampato un incendio di grosse dimensioni. Dodici famiglie circa, trascorreranno dunque la notte nel campo di accoglienza allestito dai volontari della Protezione Civile comunale all’interno di due scuole del territorio. Continua intanto la corsa contro il tempo dei pompieri e delle squadre antincendio della Protezione Civile impegnati ad arginare le fiamme divampate circa un’ora fa  nei locali della fabbrica di plastica, ubicata nel seminterrato di un palazzo di via Pietro Nenni. Venti, per ora, gli automezzi dei vigili del fuoco , oltre a quelli della Protezione Civile di Volla e di Cercola, impegnati nelle operazioni di spegnimento del rogo e di bonifica dell’area ma le fiamme non sembrano intenzionate a farsi domare.  Secondo le prime stime, l’incendio avrebbe reso inagibile il palazzo dove ha sede la fabbrica anche per il crollo di alcuni balconi e di calcinacci.

indexore 22 – Un incendio di vaste dimensioni è diramato, intorno alle 21.30 di oggi,  in via Pietro Nenni, in pieno centro urbano a Volla, dove, per cause ancora sconosciute, le fiamme hanno devastato una fabbrica di plastica che, al momento dell’incendio, pare fosse chiusa. Sul posto diverse autobotti dei vigili del fuoco ed uomini e mezzi della Protezione Civile Comunale, coordinata da Vincenzo Viola, che stanno effettuando le operazioni di spegnimento del rogo e di bonifica dell’area. In ausilio dei volontari vollesi anche i colleghi del limitrofo Comune di Cercola, diretti da Giuseppe Piccolo. Le operazioni in loco sono in corso con la supervisione della Polizia Municipale della cittadina annonaria, agli ordini del colonnello Giuseppe Formisano. L’entità dell’incendio e la pericolosità dello stesso ha costretto il sindaco Andrea Viscovo a convocare l’Unità di Crisi dell’Ente di via Aldo Moro che a breve si riunirà negli uffici del Comando Polizia Municipale del paese per valutare le misure da attuare anche a tutela dei residenti della zona, soprattutto delle famiglie che abitano negli edifici adiacenti alla fabbrica incendiata che sono già stati fatti evacuare.

FOTOGALLERY:

indexindex1index3

 

 

 

index4index5index7

 

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.