Advertisement
COMUNI

Ex area Abb di San Giorgio a Cremano, i residenti chiedono l’intervento dei Carabinieri del Noe

Nuova immagine (2)San Giorgio a Cremano. Ex area Abb di via Gramsci, i cittadini della zona, con l’aiuto dei movimentisti della città vesuviana chiedono l’intervento dei Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico per porre fine allo stato di degrado che caratterizza la superficie da diverso tempo. La denuncia,  sottoscritta in primis dal consigliere comunale di minoranza Danilo Roberto Cascone, portavoce del Movimento 5 Stelle di San Giorgio a Cremano, è stata firmata anche da più di cento residenti del posto. “Abbiamo deciso di trasmettere un esposto al Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri per denunciare la grave situazione dal punto di vista sanitario ed ambientale dell’ex area Abb di via Gramsci”, ha spiegato Cascone, congratulandosi con i residenti del quartiere che li stanno sostenendo nella battaglia per la riqualificazione della superficie, divenuta, col tempo, ricettacolo di ogni genere di rifiuti e trasformata in una vera e propria discarica a cielo aperto. Ma non solo, all’interno dell’area, infatti, “sono depositati campane per il vetro, carrellati per carta, plastica ed organico, secchielli per utenze domestiche e commerciali, contenitori stradali per la raccolta differenziata, contenitori scarrabili, 50 mini isole, acquistati dall’Ente locale, grazie ad un premio regionale pari a circa 250.000 euro”, raccontano i Grillini sangiorgesi che sottolineano l’inutilità di tenere stoccato materiale “quando in Città diverse campane e carrellati andrebbero sostituiti poichè deteriorati dal consumo o addirittura da atti di vandalismo”. 13689491_1221574551200190_1520796620_n

L’ultimo sopralluogo dei Pentastellati in zona risale al 15 gennaio dello scorso anno ma “a distanza di mesi dal nostro interessamento alla questione – assicura il consigliere comunale Cascone – nulla è cambiato”. Gli abitanti del posto sperano che l’intervento dei Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico, che sicuramente seguirà alla denuncia degli abitanti del posto e degli attivisti di M5S, obblighi l’Amministrazione Comunale, presieduta dal sindaco Giorgio Zinno a risolvere le problematiche igienico-sanitarie determinate dallo stato di abbandono dell’ex area Abb. I Pentastellati, però, in merito alla presenza nell’area di un bel po’ di materiale per la raccolta differenziata, di proprietà del Muncipio, si chiedono anche “cosa ci fa lì tutto quel materiale, apparentemente nuovo, accatastato tra la vegetazione selvaggia a marcire? Siamo dinnanzi ad un nuovo spreco in salsa sangiorgese?”.

13705294_1221574637866848_1597319136_nNuova immagine (54)

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.