Advertisement
PRIMO PIANO

Evasione fiscale, Fiamme Gialle mettono ‘sotto chiave’ i beni della Nusco s.p.a. di Nola

nusco porteNola. Oltre 16 milioni di euro sono stati sequestrati dalle fiamme gialle alla società Nusco, storica azienda nolana che si occupa della produzione e commercializzazione di porte ed infissi, per un’evasione fiscale di oltre 17 milioni e mezzo di euro. Evasione ricostruita dalla Guardia di finanza, grazie anche al ritrovamento, nel computer del direttore amministrativo, di una vera e propria contabilità ‘parallela’. Il sequestro preventivo, disposto dal Gip del Tribunale di Nola, Martino Aurigemma, riguarda, tra l’altro, conti correnti delle società, e beni mobili e immobili degli amministratori delle stesse, tra cui quattro appartamenti, quattro box auto, due villini, tre magazzini, sedici terreni, quattro autoveicoli (tra cui una Porsche) e due motoveicoli e sequestrato numerose partecipazioni societarie, tra Nola, San Paolo Belsito, Sant’Anastasia, Saviano e Mercogliano. Le verifiche, condotte nell’ambito di un’ampia indagine fiscale coordinata dalla Procura della Repubblica di Nola, ha consentito alle Fiamme Gialle di accertare come la Nusco Spa e la Property Srl (ex Nusco Porte Spa), avessero, tra il 2008 ed il 2013, evaso oltre 17 milioni e mezzo di euro di Iva ed Ires, su ricavi non dichiarati. Le indagini, che hanno permesso di scoprire una vera e propria ‘contabilità parallela’, gestita dal direttore amministrativo delle società e conservata nel computer di quest’ultimo, hanno quindi persuaso il Giudice per le indagini preliminari, Martino Aurigemma, a firmare il provvedimento giudiziario di sequestro preventivo, per 16,7 milioni di euro, dei beni di proprietà dell’azienda e nella disponibilità dei suoi amministratori. ”L’operazione – spiega il procuratore Paolo Mancuso – testimonia il forte impegno della  Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nola e della Guardia di Finanza nel contrasto all’evasione fiscale, che danneggia le finanze dello Stato, altera la leale concorrenza tra le imprese ed impedisce l’equa ripartizione del carico fiscale tra i cittadini”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.