Advertisement
DALLA CAMPANIA PRIMO PIANO

Estintori vuoti a scuola, a Roccabascerana l’opposizione interroga il sindaco. Viscione, ‘punire chi non ha vigilato’

Roccabascerana. Ancora una ‘grana’ per il nuovo istituto di Roccabascerana, nell’avellinese, che rischia la chiusura per le condizioni fatiscenti in cui versa a soli tre anni dalla sua inaugurazione: gli estintori presenti all’interno della struttura scolastica, infatti, non sarebbero stati revisionati, e sarebbero scaduti a maggio del 2015. Nei prossimi giorni, sull’argomento, il consigliere comunale di opposizione Ottavio Viscione, capo gruppo del Movimento Società e Famiglia, ha annunciato che presenterà al sindaco Roberto Del Grosso, una interrogazione consiliare, nella quale oltre a richiedere l’immediata verifica dei presidi antincendio, proporrà al primo cittadino l’adozione di eventuali provvedimenti disciplinari nei confronti di coloro che, deputati alla risoluzione del problema, hanno lasciato i locali scolastici con gli estintori scarichi per tutto il passato anno scolastico. roccabasceranaUna situazione che si aggiunge alle carenze di un istituto inaugurato nel 2013, e che se chiuso potrebbe vedere l’utenza spostata in altre scuole dei comuni limitrofi. A quanto si apprende, la dirigente scolastica ha più volte segnalato la necessità di ricaricare gli estintori, soprattutto per garantire la sicurezza dei bambini che frequentano la scuola, ma ad oggi gli stessi risulterebbero ancora vuoti. ”Ci aspettavamo che le foto dell’istituto che cade a pezzi, che hanno fatto il giro del web – hanno spiegato dal gruppo consiliare ‘Movimento società e famiglia’ – mettessero fine alla infinita diatriba tra proprietà del terreno ed il Comune. Ma dobbiamo riconoscere che ci eravamo sbagliati, alle vergognose immagini del rivestimento in piastrelle staccatosi perché attaccato chissà con cosa, alla mancata realizzazione delle opere di urbanizzazione del perimetro esterno dell’edificio, al chi più ne sa, più ne riferisca, è di queste ore l’inquietante notizia che gli estintori esistenti all’interno della struttura, quelle bombole di colore rosso poste a salvaguardia dei nostri figli in caso di incendi, ebbene si, proprio quelli, sono scarichi e non revisionati sin da maggio 2015. Pare che la dirigente scolastica abbia più volte a voce e per iscritto, sollecitato il Comune a provvedere. Tuttavia, ad oggi gli estintori risultano ancora non revisionati! Ci preoccupa non avere sentito nessuna protesta da parte dei rappresentanti dei genitori, che pure dovrebbero essere attenti a certe problematiche. Nel malaugurato caso di sciagure siamo sempre pronti a ricercare le responsabilità, ma basterebbero attenzione ed informazione per fare buona prevenzione”.

 

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.