Advertisement
SPECIALE ELEZIONI COMUNALI A VOLLA

Elezioni Volla. Viscovo, “Manfellotti ostaggio dei partiti, noi la vera novità”

ANDREA VISCOVO
Andrea Viscovo

VOLLA – Secondi classificati al primo turno, lista più votata dell’election day e aggiudicazione del consigliere anziano (Pasquale Donato): un curriculum di tutto rispetto per la coalizione di liste civiche che sostiene Andrea Viscovo che, il prossimo 19 giugno sfiderà Luciano Manfellotti al ballottaggio per la fascia tricolore della cittadina annonaria. “Un risultato frutto del lavoro di squadra e della programmazione che abbiamo cominciato ad impostare già tre anni fa e che, con il passar del tempo,  grazie all’impegno di tutti i consiglieri comunali, è stata perfezionata ascoltando le esigenze dei cittadini e provando a dare risposte concrete”, ha sottolineato il leader della coalizione civica. Quello raggiunto dal movimento civico che fa capo a Viscovo è un traguardo che fino a questo momento, lo dice lo storico delle votazioni, non era mai stato raggiunto da nessuna entità politica che non avesse nel suo schieramento simboli di partito storici e di consistenza nazionale. “Partecipazione e trasparenza, cardine del nostro programma elettorale, ci hanno ripagato con la fiducia di 3500 vollesi, che ringrazio di cuore. – ha sottolineato l’aspirante primo cittadino –  Saranno gli stessi valori a permetterci di vincere al secondo turno elettorale, il 19 giugno prossimo”. Il giovane avvocato, in corsa per la poltrona più importante del Palazzo di via Aldo Moro strizza l’occhio anche a chi, domenica scorsa, ha votato per il candidato del Partito Democratico Domenico Viola e per quello del Movimento 5 Stelle Sergio Vaccaro, sperando che i voti che erano stati loro, diventino suoi: “politiche per la famiglia, strategie ambientali, sicurezza, trasparenza e fiscalità saranno possibili solo votando noi che non abbiamo interessi personali”, chiarisce Viscovo e spiega di essere intenzionato, se eletto, a mettere al centro dell’azione di governo i bisogni delle famiglie, dei giovani, dei disabili ed agli anziani; a mettere un freno al cementificazione selvaggia a fronte di un efficientamento energetico delle strutture pubbliche. Sicurezza stradale, nei luoghi di lavoro e nelle scuole ma anche tutela della pubblica incolumità sono alcuni dei numerosi punti elencati dal candidato sindaco  che conclude assicurando che, in caso a governare Volla per i prossimi cinque anni fosse lui, trasparenza e chiarezza avvolgeranno qualsiasi atto amministrativo perché “a Volla nascerà una nuova stagione, – dice –  quella dove al governo ci saranno i cittadini”. Viscovo insiste sul fatto che i cittadini, nel segreto della cabina elettorale, tra meno di quindici giorni dovranno votare per lui e non per il suo avversario, perché “il risultato elettorale – sottolinea –  ha dato un responso chiaro e cioè il fallimento del progetto Area Comune, messo in piedi per vincere al primo turno inglobando persone provenienti dai diversi schieramenti. Progetto già bocciato dal 60% dei cittadini”. “In caso di vittoria – ha concluso Viscovo – Manfellotti sarà ostaggio politico della sua maggioranza ben 6 dei dieci consiglieri apparterranno ai vecchi partiti che risponderanno alle vecchie logiche della politica. E ciò non potrà in alcun modo essere fronteggiato dai restanti 4 che sono espressione storica di quelle logiche”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.