Advertisement
SPECIALE ELEZIONI COMUNALI A VOLLA

Elezioni Comunali a Volla, Forza Italia divisa in due sull’alleanza con i centristi

LUCIO PETRELLA
Lucio Petrella

VOLLA – A voler scomodare il grande Vasco Rossi, «c’è chi dice no, c’è chi dice no, io non ci sono» per l’ingresso dei berlusconiani della cittadina annonaria nel progetto politico ‘Area Comune-Volla al Centro’, ideato dal leader dei moderati locali Pasquale Petrone, che scenderà in campo per le elezioni comunali di giugno prossimo e che ha nel noto imprenditore Luciano Manfellotti il suo candidato sindaco, appoggiato ormai ufficialmente, anche da Fratelli d’Italia, Alleanza Nazionale e dalla lista civica ‘Terra nostra’. Contraria ad un patto di ferro con i centristi una consistente ala di Forza Italia che, stando alle solite beninformate voci di corridoio, sarebbe guidata dall’ex consigliere comunale Lucio Petrella (204 voti alle amministrative del 2012): il gruppo di forzisti sarebbe propenso a scendere in campo con il solo simbolo del partito, magari con l’ausilio di qualche lista civica ma soprattutto con un proprio candidato ad indossare la fascia tricolore, l’avvocato Felice Petrella, fratello dell’ex consigliere Lucio ed uomo particolarmente vicino al centrodestra che, quando era in carica l’amministrazione del sindaco Salvatore Ricci, fu nominato, per nome e per conto di quest’ultima, vicepresidente del Centro Agroalimentare di Napoli in Volla (Caan).

Gennaro De Simone
Gennaro De Simone

Ma c’è anche chi, sempre dall’interno di Forza Italia, dice si al sodalizio con i moderati e starebbe lavorando alacremente alla realizzazione di un accordo in tempi rapidi: dietro le quinte di questa operazione politica ci sarebbe un bel numero di berlusconiani vollesi, che fanno riferimento a Gennaro De Simone, ex esponente di Fi nel civico consesso cittadino (489 voti alle comunali del 2012) e che riterrebbero, sempre stando a quanto si dice all’esterno delle sezioni di partito al termine delle riunioni, l’alleanza con ‘Area Comune’ la soluzione migliore per garantire a Volla un governo di responsabilità politica ed amministrativa. La divergenza di opinioni tra le due costole dello stesso partito starebbe rallentando fortemente l’ufficializzazione della posizione di Forza Italia e l’inizio della campagna elettorale dei berlusconiani quando al giorno del voto mancano più o meno tre mesi. Sia il gruppo che fa capo a Lucio Petrella che quello che dipende da Gennaro De Simone, almeno per ora, sembrano arroccati sulle loro rispettive posizioni e ciò potrebbe portare ad una definitiva scissione con una parte dei forzisti in coalizione con i centristi e l’altra in campo con un proprio candidato al governo del paese: se la situazione attuale non dovesse sbloccarsi e la spaccatura interna trasformarsi in definitiva, quale delle due fazioni dei forzisti potrà partecipare alle elezioni con il simbolo di Forza Italia? Una situazione così delicata da richiedere, a quanto pare, l’intervento dei vertici sovra comunali del partito tanto che la ‘questione Volla’, proprio in queste ore, sarebbe infatti sul tavolo del presidente del comitato regionale Domenico De Siano, chiamato a dirimere una quanto mai ingarbugliata matassa.

Il puzzle politico, almeno per ora, è composto dal centrosinistra in campo con Domenico Viola, candidato sindaco del Partito Democratico, del movimento civico ‘Per Volla diamoci una mano’, dalla lista di Rosa Praticò e da un’altra civica di cui ancora non si conosce il nome. Il secondo tassello è il Movimento 5 stelle che sponsorizza la scalata al Palazzo di Città del suo portavoce locale Sergio Vaccaro e che parteciperà alla competizione elettorale con una sola lista. La terza tessera del mosaico è la cordata di liste civiche, composta da ‘Cittadini x Volla’, ‘Volla Cambia Verso’ e RisolleviAmo Volla’, che sponsorizzano l’avvocato Andrea Viscovo come candidato ad indossare la fascia tricolore. Quarta tarsia, e per il momento ultima, è quella che vede Luciano Manfellotti aspirante primo cittadino con l’appoggio di ‘Area Comune-Volla al centro’, Fratelli d’Italia, Alleanza Nazionale e ‘Terra Nostra’ e che attende le decisioni dei berlusconiani vollesi su un loro ingresso in coalizione.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.