Advertisement
COMUNI

Edilizia abusiva, pronta la sanatoria per i cittadini di San Giorgio a Cremano

MUNICIPIO SAN GIORGIO (GRANDE)SAN GIORGIO A CREMANO – Condono. Passo avanti dell’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno nella definizione delle pratiche di sanatoria che riguardano migliaia di cittadini. D’accordo con l’assessorato all’Urbanistica, la cui delega  è affidata a Pietro De Martino, la giunta ha stabilito le modalità con le quali coloro che ne hanno fatto richiesta possono concludere il processo di sanatoria già iniziato. I modelli di autocertificazione e autodichiarazione dono disponibili presso il front office dello Sportello Unico per l”Edilizia- Condono, istituito pochi mesi fa e aperto al pubblico, in Villa Bruno,  il lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle 9,00 alle 11,00 e il mercoledì dalle 14,00 alle 15,00. I modelli, necessari per proseguire l’iter di sanatoria, possono essere ritirati da colui dal richiedente il condono, dagli eredi in caso di decesso e dal nuovo proprietario in caso di vendita dell’immobile. Si procederà alla definizione delle pratiche di condono edilizio in base all’arrivo delle autocertificazioni . Tutte le informazioni utili sono pubblicate sul sito: www.e-cremano.it, servizi ai cittadini, sezione condono.

Giorgio Zinno, Sindaco di San Giorgio a Cremano
Giorgio Zinno, Sindaco di San Giorgio a Cremano

“La definizione delle istanze di condono edilizio è di fondamentale importanza – spiega il sindaco Giorgio Zinno –  poiché comporta ripercussioni sull’intera attività dell’amministrazione comunale nella funzione di programmazione e di pianificazione territoriale, nonchè per gli investimenti di opere di urbanizzazione di intere aree del comune. La volontà del cittadino di definire la propria domanda di condono edilizio coincide con quella dell’amministrazione sia per dare certezza alle situazioni giuridiche, sia per introitare nelle casse del Comune le somme dovute a titolo di contributo di costruzione, diritti di segreteria, sanzione pecuniaria e di conguaglio oblazione”. Attualmente, a San Giorgio a Cremano, vi sono circa 2700 pratiche con richiesta di condono, da esaminare da oltre 30 anni,  riguardanti le leggi: 47/85 e 724/94. Con le nuove modalità, rese estremamente semplici per agevolare i residenti, l’amministrazione intende procedere all’esame e allo smaltimento di tutte quelle giacenti. inoltre San Giorgio a Cremano è territorio sottoposto a vincolo paesaggistico e la maggior parte delle istanze di ci condono edilizio necessitano del parere del Ministero e delle Attività Culturali, nonchè della Soprintendenza delle Belle Arti per il comune e la Provincia di Napoli. “Abbiamo fatto un enorme passo avanti superando l’empasse che vedeva bloccate migliaia di pratiche di condono – conclude l’assessore Pietro De Martino dopo l’apertura al pubblico dello Sportello Unico per l’Edilizia e il Condono abbiamo dato un altro segnale di concretezza di questa amministrazione con ricadute positive sull’economia locale”. (Comunicato Stampa)   

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.