Advertisement
COMUNI

Divisa a metà tra due comuni, petizione popolare per la riqualificazione della strada verso Madonna dell’Arco

thumbsPollena Trocchia. “Finalmente si sta muovendo qualcosa per rendere più sicura la strada che collega il Santuario della Madonna dell’Arco con Napoli e che, da sempre, paga lo scotto di essere divisa tra due Comuni: Pollena Trocchia e Cercola tanto che ha due nomi, via Garibaldi e corso Domenico Riccardi”. Lo ha annunciato Ciro De Simone, esponente dei Verdi nell’area vesuviana, che, nelle scorse settimane, aveva inviato una lettera ai Sindaci di Cercola e Pollena Troccchia, insieme a una petizione popolare firmata da centinaia di cittadini, nella quale chiedeva alcuni interventi di riqualificazione, “tra cui l’adeguamento fognario, la sistemazione dell’illuminazione e dei marciapiedi, la piantumazione di alberi e il rifacimento del manto stradale con l’aggiunta di strisce pedonali e altra segnaletica, orizzontale e verticale. “Sembra che si sia stato fatto un primo passo in avanti” ha poi spiegato l’esponente del ‘sole che ride’ precisando di non aver avuto comunicazioni ufficiali, ma, stando a quanto detto dal sindaco di Pollena Trocchia, Francesco Pinto, “ci sarebbe stato già un primo incontro tra i due primo cittadino per discutere delle proposte avanzate con la petizione popolare”. “L’interesse mio e della comunità residente – ha continuato poi De Simone –  è quello di sollecitare un tavolo di concertazione, trovando di comune accordo la strada più breve ma allo stesso tempo efficace per la risoluzione ai problemi che affliggono i residenti”.

Ciro De Simone
Ciro De Simone

“Oggi ci sono possibilità di accedere a finanziamenti europei e regionali, che non andrebbero ad intaccare le casse comunali, ma il progetto deve essere unico e presentato contestualmente dai due comuni interessati” ha aggiunto il rappresentante dei Verdi auspicando che “quanto prima si firmi un protocollo d’intesa che dia realmente inizio a una fase preliminare necessaria per ottenere i finanziamenti per la riqualificazione della zona”. “In questo momento, in cui non abbiamo la possibilità di incidere direttamente nelle Amministrazioni di Cercola e Pollena Trocchia, il nostro impegno è nel porci come tramite tra i cittadini e i loro rappresentanti che non sempre sono pronti ad ascoltare le loro istanze” ha concluso De Simone sottolineando che “i Verdi non hanno pregiudizi, né accordi precostituiti, in questa fase e in quella futura che porterà alle prossime elezioni comunali quando si dovranno scegliere le alleanze”.

 

 

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.