Advertisement
COMUNI

Crisi a Volla, De Simone: “sostengo maggioranza solo per il bene del paese, nessuna contropartita”

Gennaro De SimoneVolla. Voci sul suo conto e su quello dei suoi familiari. “Chiacchere – assicura – assolutamente infondate”, quelle che stanno mandando su tutte le furie il consigliere comunale indipendente Gennaro De Simone, ex forzista che si è dichiarato indipendente in Consiglio Comunale per sostenere il sindaco Andrea Viscovo e garantire il prosieguo della sua azione di governo, che ha preso il via appena otto mesi fa. “E’ vero che il carnevale è finito poche ore fa ma a Volla – tuona il politico – si sta facendo un’indigestione di chiacchere. Insinuazioni prive di ogni fondamento sostengono che io abbia preteso il mio ingresso, o addirittura quello di mia figlia, nella Giunta Municipale in cambio del mio sostegno alla fascia tricolore. Questi pettegolezzi da bar, se non da marciapiede, vanno smentiti subito”. Vero e proprio ago della bilancia politica nel delicato momento di crisi che sta caratterizzando la compagine di maggioranza in Consiglio comunale, De Simone è, attualmente, il ‘defibrillatore’ che tiene in vita il governo cittadino dopo la fuoriuscita di Ivan Aprea, Maria Rosaria Borrelli e Antonio Forte dallo schieramento di liste civiche che sosteneva il primo cittadino. La maggioranza, colpita dalla sindrome della cosiddetta ‘anatra zoppa’, non ha più i ‘numeri’ necessari a garantire in assise la sopravvivenza dell’Amministrazione locale che è garantita esclusivamente dall’appoggio esterno dell’ex forzista. “Non ho chiesto nulla in cambio del mio appoggio al sindaco, né per me, né tantomeno per mia figlia. Non è vero che avrei preteso la sua nomina ad assessora, al posto della dimissionata Coppeto, nonostante lei abbia competenze e capacità per ricoprire un simile incarico, al quale, comunque non è nemmeno interessata”, ha chiarito De Simone spiegando anche che “chi ha messo in giro queste voci, lo ha fatto solo per infangare il nome di un politico serio ed onesto come me che non ha mai chiesto niente a nessuno e niente ha intenzione di chiedere perché la sola cosa che gli interessa è il bene della sua città. Quello che però mi disgusta è che abbiano tirato in gioco mia figlia che non è mai comparsa sulla scena politica e non ha alcuna intenzione di cavalcarne il palcoscenico”. La delicata situazione politico-amministrativa delineatasi a Volla è ben chiara a De Simone che, analizzando i dati, ha voluto chiarire, ancora una volta, i motivi che lo hanno spinto a lasciare Forza Italia per sostenere, esternamente e da indipendente, il governo locale: “Sia chiaro, una volta per tutte, che sono stanco dei giochetti politici che compromettono la stabilità amministrativa del paese ed impediscono agli eletti di governare per beghe di partito che fanno solo male allo sviluppo di Volla”. “E’ impensabile che dopo una serie di commissariamenti dell’Ente di via Moro, i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti, – ha spiegato infine il consigliere comunale – si faccia cadere un sindaco eletto appena sette mesi fa per consegnare nuovamente il Municipio nelle mani di funzionari prefettizi e questo è il solo motivo per cui appoggio Viscovo e non perché sono interessato ad assessorati e cariche politiche varie”.     

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.