Advertisement
COMUNI

Crisi politica a Volla. Vaccaro (M5S): “dimettiamoci tutti per il bene del paese”

VaccaroVolla. Dimissioni dell’interno Consiglio Comunale. “E’ il momento di staccare la spina, mi dispiace dirlo ma non ci sono più i presupposti per continuare ad amministrare la città. L’intero Consiglio Comunale dimostrerebbe di amare veramente Volla se di dimettesse”. E’ quanto chiede Sergio Vaccaro, consigliere di minoranza e portavoce locale del Movimento 5 Stelle per risolvere la crisi che sta caratterizzando, ormai da diverse settimane, l’Amministrazione comunale della cittadina vesuviana. “Ormai sono venute meno le condizioni di governabilità del paese. La maggioranza, ad oggi, si sostiene con un solo Consigliere, per lo più indipendente, Volla è nelle mani di un solo Consigliere!”, spiega il grillino. “Non è possibile andare avanti senza una maggioranza, – continua il politico – Volla ha bisogno di un’amministrazione larga e stabile, prerogative assenti in questa consiliatura”. Più o meno sei mesi dopo le ultime elezioni comunali, ben tre esponenti della Compagine della Fascia tricolore si sono dichiarati indipendenti, mettendo la stessa in una situazione di minoranza numerica in Consiglio Comunale: se Gennaro De Simone non avesse lasciato Forza Italia per appoggiare esternamente il primo cittadino, il Governo del sindaco Andrea Viscovo sarebbe caduto. Una situazione che è rimasta invariata da allora e che il leader dei grillini ritiene essere “fuori da ogni logica di buon senso, con un sindaco – spiega il grillino – ostaggio della sua stessa maggioranza e che potrebbe essere oggetto di ricatto politico in ogni momento”. “Tutti i componenti dello schieramento di Viscovo sono persone perbene e degne di stima, ma in ambito politico – puntualizza il portavoce del M5S – ogni consigliere potrebbe avere una visione di paese diversa dal Sindaco e quindi decidere, in qualsiasi momento, di abbandonare la maggioranza, mettendo fine a questa esperienza amministrativa”. E, dopo aver chiesto di porre fine all’attuale Consiliatura, eletta a giugno 2016, Vaccaro vuole anche allontanare lo ‘spauracchio’ di un lungo periodo di Commissariamento dell’Ente di via Aldo Moro che, i beninformati dicono preoccupare particolarmente tutte le forze politiche locali: “se il sindaco cade adesso, – ha detto infatti il consigliere pentastellato – si andrebbe al voto la prima data utile e ci toccherebbe un commissariamento inferiore ad un anno che non farebbe poi danni gravissimi alla città e consentirebbe ai vollesi di scegliere un nuovo governo in grado, numericamente parlando, di amministrare la nostra città ”.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.