Advertisement
COMUNI

Consigliere abbandona la Maggioranza di San Giorgio a Cremano ma il suo partito si schiera con il sindaco e ‘silura’ Mignano

LUCA MIGNANOSan Giorgio a Cremano. Il sindaco Giorgio Zinno e la sua squadra di governo perdono l’appoggio del consigliere Luca Mignano, in quota Centro Democratico ma non quella del partito che si è ufficialmente discostato dalla presa di posizione del politico durante la riunione del Parlamentino locale del 30 marzo ultimo scorso ed ha annunciato che lo stesso non è più espressione della forza politica con cui era stato eletto. “E’ ormai maturata la consapevolezza del fallimento di questa esperienza amministrativa che ci ha visti eletti nella coalizione di maggioranza guidata da Giorgio Zinno”, aveva sottolineato Mignano in aula, assicurando che stava leggendo una nota ufficiale del partito e di parlare in nome e per conto dello stesso. Nella dichiarazione, con la quale l’esponente di maggioranza annunciava il salto della quaglia nei banchi della minoranza politica e la rinuncia alla presidenza della commissione consiliare a lui affidata, il consigliere aveva accusato il governo cittadino di aver “ceduto il passo al vecchiume politico”. “Siamo di fronte ad un progetto politico datato di oltre 10 anni, assolutamente in continuità con la precedente amministrazione, incapace di attuare quel rinnovamento tanto promesso durante la corsa alla grande poltrona”, aveva sottolineato Mignano prima di annunciare il cambio di casacca. “La città è stata costretta ad assistere, e purtroppo dovrà assistere ancora, – aveva spiegato ancora l’ex rappresentante della maggioranza – ad una continua riorganizzazione di deleghe e sostituzioni in giunta, attuate al solo scopo di garantire il precario equilibrio politico”. Centro Democratico ha, però, smentito quanto affermato dal suo unico esponente nel consiglio sangiorgese con un documento ufficiale sottoscritto dal segretario cittadino Giovanni Autiero, definendo l’azione di Mignano “un passaggio discutibile, fatto in Consiglio Comunale, in modo autonomo, privo della dovuta discussione politica con la segreteria cittadina ed i candidati che supportando la lista elettorale hanno consentito l’elezione del nostro rappresentante”. Nella stessa nota, la forza politica ha sottolineato anche che “lo stesso consigliere non è più espressione di Centro Democratico” e ribadito “la fiducia nel centrosinistra e nel Sindaco Giorgio Zinno e la volontà di essere parte integrante del progetto di rinnovamento della nostra Città nel rispetto del programma elettorale sottoscritto”, pur non avendo più alcun rappresentante nel civico consesso cittadino.  

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.