Advertisement
COMUNI

Cimitero al buio a Volla, niente lampade votive per fosse, loculi e cappelle

Volla. Lampade votive spente nel cimitero della cittadina annonaria: il servizio di illuminazione votiva, sia perenne che occasionale, è stato infatti sospeso lo scorso 31 luglio e fino a data da destinarsi. Fosse, loculi e cappelle resteranno dunque al buio non si sa ancora fino a quando. La comunicazione ufficiale del disservizio è stata diramata sul sito web del Comune di Volla dove è stato pubblicato un avviso a firma del responsabile dell’ufficio dell’Ente che si occupa dei servizi cimiteriali. Gli abitanti della cittadina annonaria, però, hanno scoperto quanto sta accadendo nel camposanto del paese facendo visita ai loro cari defunti e si sono infuriati non poco, dando sfogo alla loro rabbia con commenti al vetriolo sui social network: la gente, soprattutto su facebook, si sta lamentando per la sospensione, a tempo indeterminato, del servizio elettrico per le lampade votive  nonostante  gli utenti siano in regola con il pagamento dei canoni. Lo spegnimento delle lampade votive, da quanto si è appreso, è dovuto ad un ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, dopo l’espletamento della gara per il servizio, da parte del precedente gestore che ha impugnato l’esito della gara comunale: i giudici, in attesa di pronunciarsi definitivamente sulla regolarità dell’appalto, il prossimo 12 settembre, hanno disposto la sospensione dell’affidamento del servizio alla nuova ditta vincitrice della gara. Il contratto della cercolese ‘Millennium s.a.s.’, che fino al 28 luglio scorso si era occupata della gestione delle lampade votive nel cimitero vollese, è scaduto e l’azienda ha rescisso quello con il gestore del servizio elettrico mentre la ditta pompeiana, che si è aggiudicata l’appalto, a motivo della sospensiva del Tar, non ha potuto ancora subentrare nonostante le fosse già stato affidato l’incarico: nel frattempo, con il contatore staccato, il cimitero è rimasto al buio e non si sa fino a quando. Le istanze degli abitanti del paese dell’hinterland vesuviano sono state prese in carico dalla lista civica ‘Per Volla diamoci una mano’, sostenitrice del candidato sindaco del Partito Democratico alle comunali del 2016, che ha organizzato una raccolta firme per il ripristino immediato del servizio perchè “è il momento – scrivono i responsabili su facebook – di dire basta“. Tra le soluzioni al vaglio del Comune di Volla, che in queste ore stà valutando il da farsi, ci sarebbe quella di intestare il contatore che garantisce l’erogazione di energia elettrica al camposanto cittadino all’Ente di via Aldo Moro e di affidare la gestione delle lampade votive direttamente all’Ufficio Tecnico Comunale almeno fino al prossimo 12 settembre, quando i giudici decideranno in merito alla gara di appalto espletata dal municipio della cittadina annonaria.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.