Advertisement
CRONACA

Cellulari e smartphone sottocosto: Gdf scopre frode fiscale milionaria. Sequestrati oltre 48 milioni euro

Napoli. Cellulari e prodotti informatici sotto costo, ma dietro c’era un vorticoso giro di fatture per operazioni inesistenti per centinaia di milioni di euro, per poter evadere il fisco. La truffa alle casse dello Stato è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Napoli, coordinata dalla Procura del capoluogo campano, che ha portato al sequestro cautelativo di 48milioni e mezzo di euro in immobili, conti correnti e veicoli, a 32 persone (indagate) ritenute appartenenti ad un’articolata associazione per delinquere, che avrebbe architettato l’evasione fiscale con il meccanismo della ”frode carosello”. Secondo gli inquirenti, il sodalizio delinquenziale, con base a Napoli ma estesa fino all’hinterland laziale, si era specializzato, tra il 2009 ed il 2013, nella produzione di un vorticoso giro di fatture per operazioni inesistenti per centinaia di milioni di euro, utilizzando decine e decine di società, articolate su vari livelli. C’erano imprese cosiddette ”cartiere”, cioè destinate a non presentare le dichiarazioni tributarie e non versare le imposte dovute, che dovevano documentare, contabilmente, gli approvvigionamenti dei prodotti informatici ed elettronici senza mettere nel prezzo l’Iva, elusa con vari sistemi. C’erano poi imprese ‘filtro’, che acquistavano fittiziamente questi prodotti, rivendendoli però calcolando anche l’Iva, ed applicando, quindi, un prezzo di fatto ”sottocosto”. Vere realtà commerciali che non alteravano le proprie contabilità e risultavano in regola con le imposte. Alla fine della filiera, c’erano poi i soggetti commerciali, che rivendevano al dettaglio i prodotti acquistati, scontandoli e rendendoli appetibili sul mercato, ricevendo, quindi, i maggiori benefici economici. Una frode che, però, è stata scoperta dalla Guardia di finanza che oggi ha dato esecuzione al sequestro di beni delle persone indagate, disposto in via cautelativa dalla Procura di Napoli.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.