Advertisement
CRONACA PRIMO PIANO

Carabinieri ammanettano pusher diciassettenne fuori dalla scuola, nella sua cameretta nascondeva droga e proiettili

CENTRO GIUSTIZIA MINORILE NAPOLIVillaricca.Quindici grammi di hashish e tutto il materiale necessario al confezionamento dello stupefacente in dosi,tredici cartucce calibro 7.65 e un caricatore. E’ quanto hanno trovato i carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania, agli ordindi del capitano Antonio De Lise, nella stanzetta di un 17enne incensurato durante una perquisizione domiciliare seguita all’arresto del ragazzo, che i militari avevano ‘pizzicato’ a spacciare droga nei pressi di una scuola del territorio. Il minore è stato identificato ed ammanettato dai tutori dell’ordine pubblico, in flagranza di reato, mentre si aggirava con fare sospetto in via Giorgio Ammendola, nei pressi del Liceo ‘Cartesio’: dopo averlo fermato per un controllo, i carabinieri gli hanno trovato in tasca ben 13 stecchette di hashish (22 grammi circa) e 40 euro in banconote di vario taglio, che gli inquirenti ritengono guadagnati dal giovane attraverso l’attività illecita di spaccio di stupefacenti. Dopo aver ammanettato il 17enne, i militari hanno passato al setaccio anche la sua camera da letto dove hanno trovato altra droga, il materiale per il confezionamento dello stupefacente e le cartucce da arma da fuoco. Accusato del reato di detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio e per detenzione illegale di munizioni, il baby-pusher è stato scortato dai carabinieri presso il Centro di Giustizia Minorile in viale Colli Aminei a Napoli.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.