Advertisement
COMUNI

Borrelli ‘dà picche’ a Viscovo, “bizzarra proposta”. La Consigliera Comunale rifiuta l’ingresso in Giunta

Maria Rosaria BorrelliVolla. Vista la facilità con la quale ha stravolto la maggioranza indicatale dai cittadini, sono sicura che non avrà problemi a trovare l’assessore di cui ha bisogno tra le persone che condividono i suoi valori, le sue aspettative ed i suoi interessi”. Con queste parole, Maria Rosaria Borrelli, invitata dal primo cittadino Andrea Viscovo ad entrare in Giunta municipale, ha rifiutato quella che lei stessa ha definito una “bizzarra proposta”, infrangendo così il sogno della fascia tricolore di fare la pace con gli esponenti del gruppo ‘Indipendenti per Volla’ e di riportare i suoi ormai ex consiglieri comunali nuovamente in maggioranza. Con una nota protocollata in Municipio, la ‘prescelta’ ha infatti ufficialmente rifiutato l’incarico di assessore comunale che la fascia tricolore le aveva proposto in sostituzione di Maria Coppeto, dimissionata appena qualche giorno fa e riferimento nell’esecutivo del gruppo politico di cui fanno parte, oltre alla stessa Borrelli, anche Ivan Aprea ed Antonio Forte. “Le comunico il mio diniego all’incarico da lei offertomi, si legge nel documento a firma della Borrelli ed indirizzato al sindaco ed ai consiglieri comunali di maggioranza della cittadina annonaria. La scelta della consigliera comunale indipendente di rifiutare la carica all’interno governo locale, spiegata con particolare precisione nella nota, è giustificata dalla stessa con tanto di motivazioni politiche, come si capisce chiaramente leggendo la missiva indirizzata a Viscovo: “lei crede – scrive la Borrelli – che l’offerta di un assessorato possa essere per me talmente allettante da indurmi a rinnegare tutto il percorso finora compiuto, a tradire il mio gruppo politico, i miei amici consiglieri e la cara amica Maria Coppeto, nonché i miei elettori ed a calpestare la mia dignità politica e personale. Ebbene signor sindaco riuscirà con un pò di sforzo a capire che invece i miei valori restano quelli della lealtà, della sincerità, della trasparenza, della condivisione di tutto con tutte le persone con le quali ho intrapreso un percorso e pertanto, anche quando tale percorso politico finirà, con questi miei compagni di viaggio avrò sempre il piacere di incontrarmi e di poterci guardare negli occhi nella certezza di aver agito sempre ed unicamente per il bene del nostro Paese”. Nulla di fatto, dunque. Il sindaco di Volla dovrà cercare qualcun altro per affidargli le deleghe a Sport ed edilizia sportiva, Politiche Sociali, Pari Opportunità, Pubblica Istruzione ed edilizia scolastica, Piano per gli insediamenti produttivi. E gli ‘Indipendenti per Volla’, secondo quanto traspare dalla nota, resteranno fuori dalla maggioranza in Consiglio comunale che continuerà ad essere garantita esclusivamente dall’appoggio esterno dell’ex forzista, ora indipendente, Gennaro De Simone.

Andrea Viscovo, sindaco di Volla

I beninformati ci avevano visto giusto quando avevano pronosticato che la Borrelli non avrebbe mai e poi mai accettato di prendere il posto dell’assessore che rappresentava il suo gruppo politico nella stanza dei bottoni ed oggi a confermarlo per iscritto è la diretta interessata: “Lei motiva l’estromissione della Coppeto, incolpando il suo gruppo politico, di cui mi onoro di far parte, di non averle saputo dare il supporto necessario e sottolinea inoltre la scarsa esperienza dell’ex vicesindaco, – scrive ancora la Borrelli alla fascia tricolore – ebbene io ho esattamente la stessa esperienza, se non addirittura minore della sig. Coppeto, ed il mio gruppo politico è e resterà esattamente lo stesso di quello che a suo dire non ha saputo sopportare l’ex vicesindaco.  Quindi, con quale logica lei mi chiede di entrare a far parte della sua giunta? Lo stesso gruppo politico, di cui le ripeto faccio parte, sarebbe stato incapace di supportare l’azione politica dell’assessore Coppeto ma poi diventerebbe improvvisamente capace di supportare la mia qualora accettassi la sua bizzarra proposta?”. Ora che la prescelta di Viscovo ‘gli ha dato picche’, si sa per certo che, nel rispetto della parità di genere prevista per legge, il sindaco dovrà cercare un’altra donna per sostituire la Coppeto che, si continua a vociferare, dovrebbe essere una figura di forte spessore tecnico che sia in grado di ricostruire un settore, quello delle Politiche Sociali, fortemente rallentato nei primi otto mesi dell’amministrazione in carica, come sottolineato dal primo cittadino in persona. Ma i criteri utilizzati dalla fascia tricolore per la scelta del nuovo componente della squadra di governo non convincono né la Borrelli, né tantomeno i suoi colleghi Forte ed Aprea ed i vertici politici di ‘Indipendenti per Volla’, secondo i quali Viscovo “continua a comportarsi secondo una concezione non antica ma addirittura arcaica della politica, credendo che l’offerta di un assessorato, possa essere la risoluzione di qualsiasi problema ed azzerare in un sol colpo le bugie, i sotterfugi e gli inciuci utili solo alla mera gestione del potere”.

 

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.